“I clandestini non sbarcano più in Italia”. Frontex conferma il calo record

giovedì 14 marzo 14:06 - di Carlo Marini

Sempre meno migranti clandestini (o per dirla in modo politically correct “migranti irregolari) sbarcano in Italia. Un vero e proprio record: cifre così basse non si avevano dal 2010. Ne dà notizia Frontex, agenzia ufficiale europea per il controllo delle frontiereNel Mediterraneo Centrale, la rotta che porta dalle coste nordafricane a quelle italiane, in febbraio sono stati rilevati 60 migranti, il 70% in meno rispetto a gennaio. È la cifra mensile più bassa da nove anni a questa parte.

«Nel mese di febbraio – si legge nel bollettino mensile di Frontex – il numero di casi di attraversamento illegale delle quattro principali rotte migratorie europee è sceso del 58 per cento rispetto al mese precedente, scendendo a 3.560, in gran parte a causa delle cattive condizioni meteorologiche in alcune parti del Mediterraneo. Il totale dei primi due mesi dell’anno è stato grosso modo in linea con quello di un anno fa (11.800)».

Turchia e Grecia restano le rotte preferite dai clandestini

La rotta del Mediterraneo orientale (Grecia e Turchia) ha invece rappresentato la percentuale maggiore di rilevamenti di migranti irregolar. Tuttavia, il numero di migranti su questa rotta è sceso del 31 per cento rispetto al mese precedente, scendendo a 2 250 unità. A causa dell’elevato numero di arrivi nel mese di gennaio, nei primi due mesi del 2019 il numero totale di rilevamenti su questa rotta è aumentato di un terzo rispetto a un anno fa, raggiungendo quasi 5.500 unità.  «Due dei cinque migranti individuati in questo corridoio – ha sapere l’agenzia europea – erano cittadini afghani, che di solito arrivano via mare. Uno su cinque era di nazionalità turca, soprattutto attraverso il confine terrestre».

L’Italia è diventata una rotta non gradita dai migranti

Il Mediterraneo centrale ha continuato a registrare una diminuzione del numero di migranti irregolari. In febbraio sono stati individuati 60 migranti su questa rotta, il 70% in meno rispetto a gennaio. Si tratta del numero mensile più basso degli ultimi nove anni. Il totale dei primi due mesi dell’anno ha raggiunto 260, ovvero il 95% in meno rispetto al corrispondente periodo del 2018, proseguendo la tendenza decrescente iniziata nell’estate 2017. Segno che le politiche del governo funzionano. Secondo Frontex, i migranti arrivano perlopiù dal Bangladesh e dalla Tunisia.

Ora i migranti puntano anche sui Balcani

Che non sia una coincidenza è dimostrata dalla tendenza crescente di sbarchi su altre coste del Mediterraneo. Nel mese di febbraio sono stati registrati oltre 420 casi di attraversamento illegale delle frontiere su questa rotta. Il totale dei primi due mesi ha raggiunto quasi 1.200 o il 40 per cento in più di un anno fa. 

Disertano l’Italia per sbarcare in Spagna 

Le condizioni meteorologiche avverse hanno portato a un calo dell’80% del numero di immigrati irregolari che sono arrivati in Spagna a febbraio, scendendo a 820. Tuttavia, a causa dell’elevato numero di arrivi nel mese di gennaio, il totale dei primi due mesi del 2019 è stato superiore di oltre 4 900 unità, ossia dell’83% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Irregolari che, in maggioranza, arrivano dal Marocco.  

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giovanni Marchetta 15 marzo 2019

    Avevano trovato la manna grazie al governo fatto di coglioni comunisti, tanto per i buonisti erano una miniera d’oro questi clandestini.

    • Francesco Storace 15 marzo 2019

      Ma senza parolacce non si può commentare?

  • Cristina 15 marzo 2019

    Grazie Salvini ❣️❣️❣️❣️

  • In evidenza

    contatore di accessi