Carlo Calenda e Laura Boldrini scambiano twitter per il water di casa loro

giovedì 14 marzo 10:21 - di Il Cavaliere Nero 😎

Carlo Calenda e Laura Boldrini hanno scambiato twitter per il water di casa loro e lo usano per lanciarsi cartate poco igieniche. Ma perché non vi telefonate, non vi incontrate, non vi menate, invece di scatenare il vostro ego sulla rete? Fanno interviste e se le rinfacciano. Poi dice perché la sinistra – per fortuna aggiungiamo noi – non riuscirà mai più ad essere attrattiva. Sono settari. Anzi, sono proprio “sinistri“. Incidenti, come spiega il vocabolario.

Tre interviste in una

L’ultima delle serie. Calenda annuncia al mondo nella giornata di ieri di essere insoddisfatto di una intervista che ha rilasciato a Luca Telese e che ha visto pubblicata senza concordare il testo. Una nuova regola… E spiega che sulle alleanze ci deve essere anche la Boldrini, anzi no, non ci deve stare.
L’ex presidente della Camera cinguetta a sua volta e stavolta non a torto. Accusa Calenda di adoperare bufale sovraniste, salvo poi vederla come alleata di Salvini e Di Maio. E gli consiglia una terza intervista. Fiumi di alcool sulla rete seguono l’impegnativo “dibbattito” come accadeva un tempo nel Pci.

Tifoserie schierate

Oggi la telenovela continua con le tifoserie schierate da una parte e dall’altra, con loro due che precisano, puntualizzano, sminuzzano.
Calenda torna ad attaccare, dicendo che il partito della Boldrini teorizza coalizioni con i Cinque stelle e le rinfaccia qualche voto parlamentare – a partire da quello sul Ceta – e ovviamente sull’immigrazione.
Probabilmente oggi toccherà a lei e la tiritera andrà avanti chissà fino a quando. Si uniranno per qualche minuto solo per twittare contro le immancabili destre ma resteranno incapaci di una proposta unitaria. Insomma, per ora l’Italia non rischia il ritorno di questi figuri al governo del Paese o al vertice delle istituzioni. Ed è un bene perché non capiscono neppure come autogovernarsi sui social. Protagonismo a gogò per vanagloria personale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 14 marzo 2019

    Con una faccia come la loro è più che normale avere a portata di mano un water

  • In evidenza