Como, paura al centro massaggi: dipendente rapinata e poi violentata

domenica 24 febbraio 20:15 - di Fortunata Cerri
torino

Rapina aggravata e violenza sessuale. Con questa accusa un uomo a Como è stato arrestato dalla polizia. A
chiedere l’intervento delle forze dell’ordine una cittadina cinese che, mentre si trovava da sola all’interno del centro massaggi dove lavora, ha visto entrare un uomo. Dalla ricostruzione l’uomo avrebbe subito estratto un coltello dalla tasca della sua giacca per costringerla a consegnargli la somma presente in cassa, 20 euro. Ma non si sarebbe limitato a questo. B. I., subito dopo aver preso i soldi, infatti, avrebbe trascinato con forza la donna in una stanza adiacente costringendola a subire un rapporto sessuale. Solo grazie ad una distrazione dell’uomo la vittima è riuscita a divincolarsi e a scappare verso un’abitazione vicina chiamando il 112.

Giunti immediatamente sul posto gli operatori della Volante si sono messi alla ricerca dell’uomo trovandolo, poco dopo, in una via adiacente ancora in parte svestito e con in mano delle forbici con le quali da solo si era ferito tanto da richiedere l’intervento di personale medico. Recuperati anche i vestiti dell’uomo, nelle tasche sono stati ritrovati alcuni oggetti appartenenti alla vittima e i 20 euro oggetto della rapina.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza