Roma, bengalese tenta di violentare una studentessa spagnola a San Pietro

mercoledì 23 gennaio 15:33 - di Roberto Mariotti

Altra aggressione a Roma. Un cittadino bengalese ha tentato di violentare una studentessa 17enne di nazionalità spagnola, nella zona di San Pietro. L’uomo, di 30 anni, è stato rintracciato e fermato nella tarda serata di ieri dagli agenti della Polizia Locale. L’accusa nei suoi confronti è di violenza sessuale. I fatti risalgono alla tarda mattinata di domenica 20 gennaio: una studentessa spagnola in visita nella Capitale, era entrata in un esercizio in via di Porta Cavalleggeri per fare degli acquisti prima del ritorno in Spagna. All’improvviso il bengalese, che lavorava all’interno dell’attività commerciale, le si è avvicinato, iniziando ad avere atteggiamenti molesti fino poi a bloccarla nel tentativo di baciarla.

L’aggressione a San Pietro, la fuga, la cattura

La ragazza, non riuscendo a liberarsi dalla stretta, ha cercato in ogni modo di richiamare l’attenzione dei propri compagni di scuola. Sono stati loro, che si trovavano vicino l’entrata del negozio, a intervenire subito. In pochi attimi l’hanno raggiunta. Il trentenne, alla vista delle persone dirette verso la giovane, si è dato alla fuga. Gli agenti del Gruppo Aurelio, in servizio di controllo nella zona di San Pietro, una volta rassicurata e presa la denuncia della studentessa, hanno cominciato a raccogliere le testimonianze e tutti gli elementi utili per risalire all’aggressore. Le indagini dei caschi bianchi hanno permesso di rintracciare il cittadino bengalese, che aveva fatto perdere completamente le tracce. Partendo dai pochi elementi a disposizione, tramite una ricostruzione dei suoi movimenti e dopo tre giorni di costanti appostamenti in più zone della città, ieri sera gli agenti hanno individuato l’uomo che era in un’attività commerciale in via Garibaldi. H.K. è stato fermato e condotto presso gli uffici della Questura per le procedure di foto-segnalamento.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza