I detenuti “salvano” Virginia Raggi: ad asfaltare le strade ci stanno pensando loro (video)

martedì 29 gennaio 13:29 - di redazione

Con l’esercito non le è riuscito, ma con i detenuti sì: sono loro che da stamattina stanno togliendo Virginia Raggi dall’imbarazzo di avere strade come colabrodo. A Torre Spaccata hanno preso il via i primi lavori di manutenzione delle vie di Roma da parte dei detenuti di Rebibbia. Si tratta di 30 uomini selezionati e formati da Autostrade per l’Italia che, dopo aver affrontato un corso in carcere, hanno ottenuto un attestato professionale per operare in qualità di asfaltatori e manutentori di strade.

I Municipi sperano nell’aiuto dei detenuti

Il primo intervento è stato realizzato in via Mario Lizzani, angolo via Torre Spaccata, periferia sud di Roma, e sono in totale 25 quelli previsti per la pulizia delle caditoie nella stessa area. Il progetto prende il via dopo una formazione dei detenuti durata tre mesi, per 100 ore procapite, e realizzata da Autostrade per l’Italia, che ha fornito anche l’equipaggiamento e la strumentazione necessaria, dai macchinari ai presìdi di sicurezza, come ad esempio attrezzature per la stesa a caldo del conglomerato bituminoso e traccialinee per la segnaletica orizzontale. «Si comincia dal VI Municipio, poi in XI e in XIII, ma tutti i Municipi hanno fatto molte richieste, quindi a ciclo si andrà da tutte le parti», ha detto Virginia Raggi, che ha presenziato all’avvio dei lavori insieme al capo del Dap Francesco Basentini.

Video

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi