Asia Argento (come Jovanotti) via da Twitter per colpa degli “haters”

venerdì 4 gennaio 15:27 - di Penelope Corrado

Mi si nota di più se sono sui Social o se me ne vado? Asia Argento deve avere ragionato così, come in un film di Nanni Moretti, annunciando il suo adio a Twitter postato lo scorso 2 gennaio. ”Troppe cattiverie” tante ”da non farmi più vivere serenamente” ha detto l’attrice dopo aver ringraziato i suo fan ”per l’affetto dimostrato”, perché stanca delle continue critiche da parte dei suoi sempre più numerosi haters.

Asia Argento dà la colpa agli haters

Come tiene a precisare la figlia di Dario Argento su Instagram, che per ora rimane attivo come anche il suo profilo Facebook, il 2018 per lei è stato un ”#fuck2018″, ”il peggior anno di sempre”. Da vittima e grande accusatrice nello scandalo Weinsten a carnefice dopo le presunte molestie denunciate dall’attore 23enne Jimmy Bennett, all’epoca dei fatti 17enne e quindi la conseguente esclusione dalla giuria del talent show ”X Factor”. Poi il suicidio del fidanzato, il noto chef Anthony Bourdai, trovato senza vita nel bagno della sua camera d’albergo e il flirt ‘lampo’ con l’ex re dei paparazzi Fabrizio Corona che ha creato non poche polemiche, soprattutto sui social. Ma quella di Asia Argento non è stata la prima ‘fuga’ da Twitter. E potrebbe essere stata dettata proprio da Corona, che conosce i Social alla perfezione. Tantissimi, infatti, i personaggi del mondo dello spettacolo e del giornalismo che in passato hanno deciso di abbandonare il social network. Spesso a tempo determinato. Come fece temporaneamente il direttore del TgLa7 Enrico Mentana che con ”un saluto finale a tutti” si congedò da Twitter precisando che ”Il numero di tizi che si esaltano a offendere è in continua crescita. Calmi tra poco ce ne andremo, così v’insulterete tra di voi”.

Come Asia Argento, il dietrofront di J0vanotti

Stessa cosa per lo showman Fiorello che sparì momentaneamente da twitter dopo l’appello lanciato per la liberazione di Rossella Urru, la volontaria italiana rapita in Algeria perché “assediato” da 600mila follower. Stessa cosa per Michelle Hunziker che annunciò l’addio a Twitter ma per motivi completamente diversi e cioè, essere coerente con la disciplina imposta alla figlia adolescente alla quale permetteva di accedere ai social network solo un’ora al giorno per far sì, come scrisse lei stessa, ”che la realtà virtuale non prenda il posto di quella vera”. Poi è stata la volta di Jovanotti, tra i vip italiani più seguiti su Twitter con quasi 4 milioni di follower, che fu costretto a cambiare password dopo che, dal suo account si erano verificati strani invii di messaggi di spamming. Anche il cantante però, risolti i suoi problemi, dopo poco tempo è rientrato nella piazza virtuale. Asia Argento farà lo stesso dietrofront?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza