Isoardi: «Con Salvini c’è stato un amore puro. Non mi pento di quello scatto poetico sui social»

martedì 18 Dicembre 15:59 - di Redazione

A un mese circa dall’addio con Salvini, Elisa Isoardi si confida a “Chi”. «Il nostro è stato un amore veramente bellissimo, puro e reale. Quando si parla di sentimenti e c’è rispetto, non c’è nulla di sbagliato. Anzi, il sentimento credo renda tutto molto umano. Se sto bene? Sì, siamo due adulti. Non ci sono problemi tra noi. Da parte mia c’è grande rispetto e credo anche da parte sua. Il futuro? Vedremo…». In un’intervista in esclusiva a “Chi”, in edicola mercoledì 19 dicembre, Elisa Isoardi racconta il suo amore con Matteo Salvini.

Isoardi: «Quello scatto poetico e sentimentale»

La showgirl commenta così lo scatto, pubblicato circa un mese fa, che annunciava la rottura con il vicepremier. Lo scatto suscitò polemiche per la modalità con cui la fine del rapporto era stata data in pasto ai social. «Non mi sono pentita di averla pubblicata, infatti, sta ancora lì. Non ho fatto nulla di più o di diverso da quello che si vede. È una foto poetica e sentimentale- la definisce la Isoardi. Non ho rovinato niente a nessuno. Il nostro è un amore vero, grande. Cinque anni non sono pochi. E io rispetto questo amore e rispetto Matteo sia come uomo sia come politico. Lui non si è arrabbiato. È una bellissima foto. L’immagine di un amore. Non so perché la gente s’inventi tutti quei retroscena…», confida a “Chi” la Isoardi. Che rilancia: «Ogni volta che posto qualcosa -sottolinea- alcuni riescono a vederci cose assurde, mi è capitato altre volte. Per esempio quando ho pubblicato una preghiera, la preghiera alla Madonna dei Nodi… Ora posso dirlo, era per la grave malattia che aveva colpito mia zia. Un problema familiare che mi angosciava e per cui mi sono rivolta alla Madonna che scioglie i gravi nodi familiari. Ora è tutto a posto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica