Calci, pugni, bastonate: violenta rissa tra immigrati a Pompei. Paura tra i passanti

giovedì 20 Dicembre 10:45 - di Redazione

Tutti contro tutti: c’è stata una violenta rissa tra immigrati a Pompei. Per l’esattezza, un 23enne nigeriano domiciliato a Napoli, e un uomo 43enne proveniente dal Gambia, se le sono date di santa ragione appena fuori del santuario cittadino. Motivo del contendere i pochi spiccioli raccolti con l’elemosina appena prima…

Calci, pugni, bastonate: violenta rissa tra immigrati a Pompei

Secondo quanto riferito dalle cronache locali, dunque, ad avere la peggio sarebbe stato l’immigrato gambiano che, dopo il pestaggio, è stato trasportato in ospedale dove è arrivato con diverse ferite in seguito alle percosse incassate durante lo scontro fisico, mentre l’aggressore, un 23enne originario della Nigeria e domiciliato a Napoli, fermato dai carabinieri della locale stazione di Pompei, è stato condotto in carcere. I due si erano dati appuntamento in un bar nei dintorni di piazza Bartolo Longo per spartirsi l’elemosina racimolata fuori il Santuario di Pompei, ma qualcosa deve essere andato storto: i due immigrati africani, infatti, a un certo punto hanno cominciato ad alzare il tono, a farsi più minacciosi uno per l’altro, fino ad arrivare ad azzuffarsi e a pestarsi letteralmente nel giro di breve.

Paura tra la gente per il violento pestaggio tra un gambiano e un nigeriano

Ed è a quel punto che sono cominciati a volare calci, pugni e addirittura colpi di bastone – secondo quanto riferito in queste ore dal sito de Il Giornale – tanto da seminare il panico tra gli avventori del locale e tra i passanti in zona in quel momento, passato solo all’arrivo dei carabinieri intervenuti d’urgenza dopo una chiamata particolarmente allarmata arrivata al 112.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica