Sul treno per Udine coi biglietti fasulli: denunciati 50 tifosi romanisti

sabato 24 novembre 15:55 - di Redazione

Oltre 50 tifosi, a bordo del Frecciarossa 9406 Roma – Venezia di questa mattina, sono stati trovati in possesso di titoli di viaggio contraffatti o senza biglietto. Il personale di bordo di Trenitalia (gruppo FS Italiane), si legge in una nota del gruppo, durante le attività di controllo, ha infatti notato anomalie nei biglietti mostrati e ha quindi chiesto una verifica al team antifrode dell’azienda.

I tifosi romanisti fatti scendere a Firenze

Una volta constatata la natura illecita o la mancanza dei titoli di viaggio, i tifosi – partiti da Roma Termini con destinazione Udine – sono stati fatti scendere dal treno nella prima stazione utile, Firenze Santa Maria Novella, grazie all’intervento degli addetti di Protezione Aziendale, e sono stati consegnati alla Polizia Ferroviaria, che li ha identificati e scortati oltre i gate della stazione. Otto di questi tifosi hanno poi provato a forzare i controlli ai gate per cercare di salire nuovamente a bordo di un treno, ma sono stati fermati e riaccompagnati all’esterno dell’area dei binari. I controlli e le azioni intraprese oggi confermano l’importanza del rispetto delle regole e l’inflessibilità nei controlli da parte di Trenitalia, a tutela di tutte le persone in viaggio a bordo dei treni.

Lo slogan Fs: “No ticket, no parti”

Temi ribaditi anche negli anni scorsi attraverso lo slogan ”No ticket, no parti”, che riassume in maniera efficace gli sforzi del Gruppo FS Italiane in merito. Il treno ha maturato 40 minuti di ritardo. Trenitalia sta procedendo a denunciare presso le autorità competenti i responsabili dell’accaduto per truffa, contraffazione del titolo di viaggio e interruzione di pubblico servizio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 26 novembre 2018

    Cosa ci volete fare, con l’Italia nel pallone ( unico interesse ) e’ quello di seguire la squadra del cuore anche a costo di finire in galera per frode. Ma se chiedessimo a questi signori…… cosa ne pensano del futuro dell’Italia…… ????? Io preferirei non sentire le risposte per non vergognarmi.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica