Savona, uccide la moglie e si taglia le vene mentre i figli dormono

sabato 17 novembre 14:57 - di Elsa Corsini

Uccide la moglie e tenta il suicidio. L’ennesimo caso di uxoricidio (tre in una settimana) è successo a Boissano, in provincia di Savona. Sul posto, al civico 120 di via Marici, sono intervenuti subito i carabinieri di Albenga. Secondo le prime ricostruzioni l’uomo, 47enne, ha ucciso la moglie 42enne, soffocandola con un sacchetto di plastica mentre i figli, minorenni, dormivano e non si sono accorti di nulla. Subito dopo la tragedia, poi, ha tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene. L’uomo — Matteo Buscaglia — secondo quanto riferito dall’agenzia Ansa – avrebbe ucciso la moglie Roxana Karin Zenteno, di origini peruviane, in camera da letto, dopo un litigio descritto come «banale», e avrebbe poi avvertito del gesto la sorella, che avrebbe allertato i soccorsi e le forze dell’ordine. Le condizioni dell’uomo – trasportato all’ospedale Santa Corona di Savona – sarebbero gravi. La sindaca del piccolo paese in provincia  di Savona ha commentato sconvoltaa: «Una tragedia. Conosco quel nucleo familiare come una famiglia normale».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica