L’Ugl costruirà una palestra per i bambini delle periferie di Buenos Aires

mercoledì 21 novembre 14:41 - di Annamaria Matticari
Nuova iniziativa internazionale dell’Ugl per l’Argentina. ll presidente della ong Ciscos/Ugl (Centro internazionale sindacale per la Cooperazione allo Sviluppo) Patrizia Conte del Ninno ha organizzato una raccolta di fondi nei giorni scorsi presso l’Ambasciata Argentina a Roma per finanziare la costruzione di una palestra ludica per i ragazzi in uno quartieri più disagiati di Buenos Aires. Insieme all’ambasciatore Thomas Ferrari  padrone di casa e ai tanti e generosi ospiti è stato possibile illustrare tutte le iniziative già realizzate dal Ciscos/Ugl in Sud America, in Asia, in Medio Oriente ed in Africa e presentare le future sfide un programma fitto che coinvolge il Ciscos e tutta la Ugl oltre i confini nazionali. Presenti alla serata di beneficenza all’Ambasciata Argentina per il progetto “Educar Jugando” l’Ambasciatore Ferrari, che ha messo a disposizione le prestigiose sale, il segretario generale dell’Ugl Francesco Paolo Capone, che ha aderito immediatamente all’iniziativa sostenendola, il sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon, che ha sottolineato come la cooperazione tra Italia e Argentina sia  uno dei nodi fondamentrali da sviluppare, il senatore Franco Zaffini che ha espresso apprezzamento per la lodevole iniziativa, il deputato Francesco Zicchieri, coordinatore regionale del Lazio per la Lega , i vice segretari generali dell’Ugl Giancarlo Favoccia, Luca Malcotti, Luigi Ulgiati , a Gian Luigi Ferretti, responsabile delle relazioni internazionali dell’Ugl, e tutta  la Confederazione Ugl insieme al Presidente del Ciscos l’organizzatrice del Ninno . Il progetto in parola si riferisce alla fornitura e installazione di attrezzature per il gioco ed il tempo libero all’aperto destinato alla scuola in oggetto, che ospita 415 alunni in un quartiere della capitale Buenos Aires caratterizzato da diverse criticità (spaccio di droga, microdelinquenza etc).Con la solidarietà al progetto si costruirà una palestra ludica a 415 bambini dai 6 ai 12 anni , sono bambini vulnerabili che vivono in una periferia pericolosa , e portare un contributo attraverso la donazione della palestra ci rende ottimisti sul loro futuro , perchè con il gioco e con la spensieratezza che questo comporta si potrà contribuire a rendere la loro vita meno difficile, e un futuro più sereno.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • 21 novembre 2018

    Ma fate lavori in Italia!! E la più indietro di tutte le nazioni Europee..aprite gli occhi aiutate le vittime del terremoto…

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica