Meloni: «Da choc il no leghista alla mozione FdI sull’islamismo. Salvini mi spieghi»

giovedì 4 ottobre 20:12 - di Ezio Miles

«Sono rimasta scioccata dal fatto che la Lega ha votato contro la nostra mozione sul terrorismo islamico. A Salvini ne chiederò le ragioni nelle prossime ore». Così Giorgia Meloni a Porta a porta di Bruno Vespa . La leader di Fratelli d’Italia aveva poco prima espresso il suo sconcerto in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook: «Introduzione del reato di integralismo islamico e controllo sui fondi per la costruzione di moschee e centri islamici in Italia: questi i due impegni che Fratelli d’Italia chiedeva al Governo di assumersi oggi alla Camera. Ma è stata bocciata. Dalla Boldrini, dai Grillini, dal Pd e dalla Lega che, incredibilmente, ha votato con loro e non con noi. Sono francamente senza parole».

Giorgia Meloni si è inoltre soffermata, a Porta a porta,  sulla manovra economica decisa dal governo Conte. Questo, in sintesi, il suo giudizio: ok allo smantellamento  della Legge Fornero, ma no al reddito di cittadinanza.Meglio sarebbe stato  un deciso taglio alle tasse.  Non c’è poi molto da festeggiare quando lo Stato contrae nuovi debiti.  Per la Meloni  va bene  quota 100 «che era prevista dal programma del centrodestra, ma altre cose sono in continuità con i governi precedenti e quando vedo che Di Maio dice che i soldi ci sono, dico attento: per trovarli stai firmando delle cambiali. E non si stappa champagne come fa il Movimento Cinque Stelle quando si fanno scelte dolorose». Sei reddito di cittadinanza la leader di FdI «se avessi 10 miliardi li metterei nel taglio delle tasse, perché la povertà si combatte creando lavoro e operando per dar vita a un sistema universale di ammortizzatori sociali, che inItalia non esiste».

islamismo

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Carlo M. 5 ottobre 2018

    Il reddito di cittadinanza non é altro che un escamotage per ristabilire l’assistenzialismo soprattutto nel Sud del paese. Vorrei proprio vedere come saranno svolti i controlli annunciati (impossibili da attuare) sul reddito in quanto chi lavora a nero spenderà i soldi “neri” per i capricci e quelli legali per le necessitá previste. Il permettere alle imprese di assumere lavoratori riducendo le tasse gioverebbe davvero all’economia e quindi ai cittadini.

  • Mauro 5 ottobre 2018

    Egr.a Segretaria se crei lavoro oggi ne beneficiano sopratutto i migranti e clandestini che lavorano per molto meno di noi addirittura 2-3 euro l’ora mentre un’ora di lavoro dovrebbe dare almeno 5-6 euro netti. Con il reddito di cittadinenza lo stato si impone anche di riformare il mercato del lavoro costringendo i datori di lavoro ad assumere cittadini italinani e pagarli almeno il minimo salariale. Il reddito di cittadinanza non è un regalo per i giovani disoccupati ma un obbligo a fare un lavoro.

  • Angela 5 ottobre 2018

    Gravissimo errore da parte della Lega a non votare il reato di integralismo islamico….che sia l’inizio di altre delusioni?

  • 5 ottobre 2018

    Ms. Meloni dimentica quello che è successo oggi!!! Il futuro di Italia e nelle tue mani, hai molte persone che hanno fiducia nella tua capacità politica e per il tuo amore di patria….sono certo che il tuo futuro sarà brillante come lei!!!!

  • In evidenza