Renzi da film horror, minaccia il ritorno: «Pensano di essersi liberati di me, ma»…

mercoledì 12 settembre 11:17 - di Ginevra Sorrentino

A chi pensava di essersene finalmente liberato grazie alla sentenza delle urne emanata dagli elettori il 4 marzo scorso, e ratificata anche nelle retrovie di Largo del Nazareno dove fronda e frondisti sembrano aver avuto la meglio, almeno negli ultimi mesi, è lo stesso Matteo Renzi a rievocare il suo fantasma e ad allarmare avversari e detrattori sul suo ineludibile aleggiare e farsi vivo su ogni questione politica e civile in agenda per il Paese.

Renzi è ovunque: «Pensano di essersi liberati di me, ma hanno sbagliato»

E così, più attivo e ipercinetico che mai, protagonista di un presenzialismo forsennato su modello di quanto fatto vedere nella parentesi del suo premierato, tra chiusure delle feste dell’Unità, Tv e social, l’onnipresente ex presidente del consiglio, sembra ogni giorno di più, più attivo che mai: solo ieri, tanto per citare l’ultimo appuntamento a cui è intervenuto, era a Milano, al convegno a porte chiuse organizzato da Davide Serra su The future of Europe. Del resto, lo aveva detto, ribadito e confermato ad ogni occasione pubblica, su ogni palco da cui è rimbalzato – ai limiti dell’ubiquità– per un’estate intera, compresa la chiusura della festa dell’Unità di Firenze, dal cui pulpito ha solennemente annunciato: «Pensano di essersi liberati di me, ma hanno sbagliato». Parla, discetta, sentenzia, consiglia, ma quasi sempre cerca di tenersi alla larga dalle questioni interne al Pd: tutto dovrà concentrarsi, infatti, nella due giorni di incontri che i renziani hanno in programma il 21 e 22 settembre a Salsomaggiore: «Gli sms sono partiti in questi giorni, destinatari 120 parlamentari», spiegano gli organizzatori. Non a caso l’annuncio dell’appuntamento (a porte chiuse, cui parteciperanno anche amministratori locali e ex parlamentari) ha colto decisamente di sorpresa il resto del partito, specie considerato che Renzi sta “spingendo” la Leopolda in calendario a fine ottobre.

Renziani in conclave e il mistero gaudioso del Congresso

Ma la convention dei renziani, straziantemente alle prese con il rebus di chi candidare alle primarie, con Delrio, Bellanova, Rosato, Richetti nel totonomi, senza escludere un clamoroso tris di Renzi nonostante le ripetute smentite, ha soprattutto riacceso la discussione su un eventuale slittamento delle date del Congresso. «Sarebbe utile fare quanto prima un congresso, Maurizio Martina è d’accordo con me», ha spiegato nelle ultime ore Paolo Gentiloni al Foglio; mentre per Marco Minniti, «solitamente quando si perdono le elezioni un partito fa un Congresso. Questo deve fare il Pd». Ma si sa, il Congresso per Renzi rappresenta la resa dei conti finale, quella fin qui rinviata e così impunemente da indurre lo stesso Ufficio stampa di Renzi a smentire ogni dietrologia: «Il congresso si terrà quando il segretario Martina avvierà la procedura statutaria e comunque nessuno intende chiederne il rinvio». Al momento, però, calendario alla mano, Salsomaggiore potrebbe finire per sostituire o scalzare più in là la Leopolda, nell’ottica di uno slittamento dei tempi congressuali. «Questo davvero non esiste», si sono affrettati a dire i renziani prossimi al conclave, spiegando che l’ex segretario starebbe lavorando all’appuntamento di Firenze quasi a tempo pieno, lasciando agli uomini più vicini al senatore Pd il compito di sostenere – in extremis e tanto per stemperare un po’ – che Renzi potrebbe non essere presente a Salsomaggiore. Possibile mai?

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ATTILIO 13 settembre 2018

    Renzi con tutte le disgrazie che ci ha dato in questi anni, dovrebbe starsene in un’angolino e tenere un basso profilo. Anche se, visto quello che è stato a Milano, di co…….. che ancora credono alle sue panzane in Italia ce ne sono troppi. Meglio così, alla prima occasione sarete spazzati via tutti!

  • antonio 13 settembre 2018

    purtroppo Renzi e company non hanno capito che si sono dati la mazza nelle palle e nelle ovaie delle signore .da una parte è stato meglio così perchè l’italiano e troppo ignorante per dare delle svolte , lo fa quando e tanto tardi …speriamo di vincere in quella Casta che ci vuole sopprimere a partire dalle banche ….

  • stefano 13 settembre 2018

    a me piace l’horror questa di renzi come diveva il buon villaggio E’ UNA CAGATA PAZZESCA

  • Giacomo Puliatti 13 settembre 2018

    Amici, quando andrete in chiesa, passate per la sacrestia e prenotate una messa a nome suo e dei suoi cari “compagni di merenda”…..

  • peppa 13 settembre 2018

    Questo è l’HORROR degli HORROR!!!!!!

  • Francy 13 settembre 2018

    Pinocchio e dirlo a te Renzi è voler offendere Collodi tu sei proprio un quaquaraqua, ritirati ci fai più bella figura

  • Mateo 13 settembre 2018

    Pinocchio pinocchio…non si è ancora reso conto che nessuno lo vuole…la sua incapacita’ ha ridotto il paese una latrina..

  • fabio dominicini 13 settembre 2018

    Si accontenti della “furbata” di farsi eleggere e di papparsi 20/25.000 euro al mese senza fa nulla…!
    A proposito l’ Agnese lavora ancora ?

  • Mauro 13 settembre 2018

    Lo sappiamo bene che finchè il sognore non ti prenderà rilegandoti in qualche cerchio dell’inferno ti dovremo vedere ancora. Comunque se stai all’opposizione male non puoi più farne al popolo italiano ma solamente a quella parte di cretini che ancora vi segue

  • Silvia 13 settembre 2018

    A volte ritornano. Chiamiamo un esorcista?

  • Lorenzo 13 settembre 2018

    Ancora…? L’imbonitore da strapazzo, il buffone telegenico? Basta! Mantieni la parola data e vai a casa, per sempre!

  • Aurora De palma 13 settembre 2018

    mi viene voglia di dire lasciatelo fare perchè si distrugge da solo. ma la sua crisi totale di onnipotenza purtroppo nn sta distruggendo solo lui ma tutta Italia. ma mi viene da dire anche che chi lo segue è proprio come lui, oppure nn capisce nulla,

  • Agostino 13 settembre 2018

    renzi? Ma non aveva detto che in caso di sconfitta si sarebbe ritirato??? Pinocchio come sempre

  • Ben Frank 13 settembre 2018

    IL RITORNO DEL PATACCA!

  • Laura 52 13 settembre 2018

    Che Dio ci aiuti!

  • Tita presti 13 settembre 2018

    L’inadeguatezza dei suoi metodi e dei suoi pari è completamente inadeguata ai tempi e alle situazioni attuali. Ci ma ncan solo i mulini a vento poi il novello Don Chisciotte è pronto a rientrare in politica…

  • Fabio 13 settembre 2018

    Renzi un fallito.. Dove ancora si crede di essere un dio.. Lui che ha distrutto l’Italia con la sua megalomania e deliri di onnipotenza, dimenticando il Popolo Italiano. Ancora insiste dicendo che è insostituibile, dimenticando le parole dette nell’occasione del Referendum.. In caso di sconfitta sarebbe andato a casa. Sono felice che il PD si sta estinguendo.. Martina sta seppellendo il PD, il popolo si è svegliato finalmente.. Perché chi promette è non mantiene le parole.. Sono solo dei buffoni è questo è il giusto castigo. Evviva il Populismo…

  • Aldo Barbaro 13 settembre 2018

    Ancora Renzo ha il coraggio di blaterare!!!! Il PD è finito!

  • Giuseppe Forconi 13 settembre 2018

    Senza dubbio dietro le strane manovre ,nettamente comuniste, c’e’ la mano di questi abominevoli individui che mirano alla rovina del Paese.

  • Giuseppe Forconi 13 settembre 2018

    Nell’ultimo mistero doloroso, dolorosissimo,( speriamo di non contemplare ), la rinascita di tale mostro renziano. Vorrei tanto sapere quale speciale concime stia usando per ricicciare cosi’ forte. Certo che l’erbaccia cattiva e’ dura a morire, neanche con il veleno piu’ potente si riesce ad ucciderla. Speriamo solo che il popolo giusto aumenti di numero e che coloro che si sentono volenterosi di vedere la rinascita di una vera Italia crescano in numero. E’ l’unico modo per dimostrare agli scettici la verita’, se si vuole crescere correttamente.

  • 13 settembre 2018

    Esiste una realtà nella politica Italiana attualmente……VA A FATTI FRATE!!!

  • Laura Prosperini 12 settembre 2018

    ma và…saranno gli “sponsor” (soros ed altri ciminali della finanza mondialista)
    a sbarazzarsi di lui, stanno già virando su martina (si salvi chi può nel vero senso del termine)

  • In evidenza

    contatore di accessi