Venezia, giovane tunisino rapina sala giochi armato di forbici: arrestato

sabato 7 Luglio 17:36 - di

Un tunisino armato di forbici rapina una sala giochi. Ma la sua bravata è durata solo poche ore. La caccia all’uomo che giovedì scorso ha rapinato una sala giochi in via Piave a Mestre s’è conclusa con un arresto. Il tunisino, minacciando, armato di forbici, una dipendente a cui ha preso il cellulare, e appropriandosi di circa 6mila euro in contanti e di una mazzetta di ”Gratta e vinci” aveva cercato di far perdere le sue tracce. L’uomo però, un 23enne, era un assiduo frequentatore della sala e per questo motivo non è stato difficile individuarlo. I poliziotti della Squadra Mobile, coadiuvati dalla Sezione Volanti, lo hanno infatti trovato in serata in un’altra sala giochi di Marghera, intento a dilapidare il bottino frutto della rapina. Gli agenti hanno quindi recuperato anche i ‘gratta e vinci’ e il cellulare della dipendente rapinata. Quella di questo tunisino è una delle tante storie di illegalità che si ripetono nel nostro Paese. Un irregolare che vive sul nostro territorio nazionale e pure con diversi precedenti per reati contro il patrimonio, è stato quindi posto in stato di fermo e denunciato per rapina aggravata e lesioni: al momento della rapina infatti aveva anche leggermente ferito la donna al fianco con le forbici.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica