In un libro nuovo attacco a Bergoglio: assolve l’Islam e le unioni gay

lunedì 2 luglio 14:07 - di Redazione

Che esista una corrente antibergogliana nella Chiesa cattolica non è una novità. Alle posizioni di queste frange guarda il libro di José Antonio Ureta Il «cambio di paradigma» di papa Francesco. Continuità o rottura nella missione della Chiesa? (Instituto Plinio Corrêa de Olivera, 216 pagine). Secondo l’autore vi sarebbe nel magistero di Francesco un «restringimento pastorale dei “valori non negoziabili”» che furono al centro dell’insegnamento sia di san Giovanni Paolo II sia di Benedetto XVI. Poi, di seguito, ecco la «promozione dell’agenda neomarxista e no global dei “movimenti sociali”», la «promozione dell’agenda “verde”, di un governo mondiale e di una mistica ambigua», la «promozione dell’immigrazione e dell’Islam» accompagnata da una «reticenza sui cristiani perseguitati in Medio Oriente», e ancora: un «indifferentismo religioso», un «relativismo filosofico» e un «evoluzionismo teologico» che si accompagnano a «una nuova morale soggettiva senza imperativi assoluti» per finire con la simpatia dimostrata verso gli omosessuali.

Ureta si chiede se via sia una «liceità della resistenza» a un magistero che sotto molti aspetti appare non più cattolico, e la risposta, considerate le argomentazioni precedenti, è ovviamente che una resistenza non solo è possibile, ma doverosa. Il punto vero è se essa si basa su una narrazione reale o immaginaria che del Papa attuale prende citazioni astratte dal contesto per giustificare l’avversione della corrente tradizionalista, perpetuando alla fine quello “stolto pregiudizio” di cui lo stesso Ratzinger aveva parlato a proposito di papa Francesco.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Luigi 4 luglio 2018

    L’articolista non dice in che radica la narrazione immaginaria, o quali citazioni sono astratte dal suo contesto. Perciò, nessun valore a questa critica.

  • Laura Prosperini 2 luglio 2018

    Il nostro Signore Gesu’ Cristo 8per chi è credente, ovviamente) si è espresso sugli effemminati.
    Tendo a credere più a Lui che a chiunque altro 8compresa Sua Santità).

  • avv. alessandro ballicu 2 luglio 2018

    questo papa sta facendo a santa romana chiesa quello che fini ha fatto al msi. qualcuno dovrebbe ricordargli di fare religione, se ne è capace, se proprio vuol fare politica chieda una legge che difenda la famiglia tradizionale ( cioè con padre maschio e madre femmina ) quale descritta nella costituzione e creata dalla natura cioè da Dio

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica