Salute, ricerca italiana scopre i due geni responsabili dell’autismo

martedì 31 luglio 13:34 - di Redazione

L’origine dell’autismo è da oggi meno sconosciuta. E grazie ad un team di scienziati italiani che per la prima volta ha collegato il mancato sviluppo di una specifica area del cervello ai disturbi della sindrome autistica. “Imputati” di questa clamorosa disfunzione sono due geni, Negr1 e Fgfr2, la cui azione coordinata ne assicura il corretto sviluppo. Se la loro funzione è alterata, induce difetti nella formazione della corteccia cerebrale e porta a comportamenti anomali che si possono ricondurre ai sintomi della patologia. Il lavoro, supportato dall’Istituto Telethon Dulbecco e pubblicato sulla rivista Brainè stato condotto da un gruppo di ricerca dell’Istituto italiano di tecnologia (Iit) guidato da Laura Cancedda, in collaborazione con il Laboratorio di biologia delle sinapsi del Cibio dell’università di Trento, diretto da Giovanni Piccoli.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica