Salvini: «Le navi delle Ong si scordino di raggiungere l’Italia»

sabato 23 Giugno 13:37 - di

Non solo con i 224 migranti bloccati al largo di Malta. L’equipaggio della Lifeline, la nave della omonima Ong tedesca, continua a esercitare il “ricatto umanitario” nei confronti del governo italiano anche con un altro carico di migranti: 110 persone a bordo della nave cargo Alexander Maersk, battente bandiera danese, che da ieri sera staziona davanti al porto di Pozzallo. Le pressioni, però, cadono nel vuoto: «Queste navi si possono scordare di raggiungere l’Italia», ha avvertito su Facebook il ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

Il braccio di ferro si consuma via social. È stato sul proprio profilo Twitter, infatti, che Lifeline ha fatto sapere di aver partecipato alle operazioni di soccorso dei migranti imbarcati sulla Alexander Maersk. «Nel bel mezzo della notte abbiamo ricevuto un messaggio radio: gommone in pericolo. Non lontano da noi. Abbiamo offerto il nostro supporto ad Alexander Maersk, una grande nave portacontainer non effettivamente preparata per effettuare un salvataggio. Accettano per fortuna la nostra offerta. Ora siamo sul posto e il nostro equipaggio Rhib sta assistendo le persone mentre salgono a bordo su una scala di maglia da 5 metri», ha cinguettato Lifeline, secondo la quale i migranti che sono a bordo della Maersk sono stati almeno per 30 ore a bordo del gommone con il quale sono partiti dalla Libia. A quanto si apprende comunque, al di là dell’eventuale attracco sulle nostre coste, in queste ore i migrati sono stati assistiti con rifornimenti di vivere e di generi di prima necessità.

Resta poi aperto il caso della nave di Lifeline al largo di Malta. In un altro messaggio l’equipaggio dell’imbarcazione, che Salvini ha definito «una nave pirata» a causa delle incertezze sulla sua effettiva appartenenza (batte bandiera olandese, ma all’Olanda non risulta), ha fatto sapere di avere bisogno di rifornirsi di alcuni generi di prima necessità. «Mv_Lifeline si trova con più di 200 persone a sud di Malta in acque internazionali. Poiché alcune scorte sono finite, oggi dobbiamo fare rifornimento alla nave. Abbiamo bisogno di medicine, coperte, ecc», si legge nel tweet, mentre il premier maltese Joseph Muscat, sempre via Twitter, ha ricordato che «Lifeline ha violato le regole ignorando le direttive italiane nell’area di ricerca e soccorso davanti alla Libia. Dovrebbe spostarsi dalla sua posizione verso la sua destinazione originaria per prevenire escalation. Nonostante non abbia alcuna responsabilità Malta ha consegnato forniture umanitarie e le forze armate hanno soccorso una persona».

Gli ultimi risvolti della vicenda delle navi Ong sono stati invece commentati su Facebook da Matteo Salvini, che ha ribadito la linea dura. «In questo momento – ha ricordato il ministro dell’Interno – le navi di due Ong (Open Arms, bandiera spagnola e Aquarius, bandiera di Gibilterra) sono nel Mediterraneo, in attesa di caricare immigrati. Le navi di altre tre Ong (Astral, bandiera Gran Bretagna, Sea Watch e Seefuchs, bandiere olandesi) sono ferme in porti Maltesi. Che strano… La LIFELINE infine, nave fuorilegge con 239 immigrati a bordo, è in acque maltesi. Tutto questo – ha concluso Salvini – per dirvi che il ministro lo farò insieme a Voi, condividendo tutte le informazioni che sarà possibile condividere, e per ribadire che queste navi si possono scordare di raggiungere l’Italia: voglio stroncare gli affari di scafisti e mafiosi!».

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Angelo 6 Luglio 2018

    La situazione è ormai una barzelletta. Etichettare razzista l’italia perchè non accetta le ong del mediterraneo e chiudere allo stesso tempo i propri confini?

  • Fernando 24 Giugno 2018

    VAI AVANTI COSI L’EUROPA DEVE CAPIRE CHE IL PROBLEMA NON PUÒ ESSERE NE DELL’ITALIA O MALTA MA DI TUTTA L’EUROPA IN QUANTO A QUESTE MAVI PIRATA CHE NON FANNO ALTRO CHE AUMENTARE LE MORTI IN MARE IN QUANTO LA FRANCIA È LA CAUSA DI MORTI IN MARE, VOLERE A TUTTI COSTI FARE LA GUERRA LIBICA, L’UNICA TRIBÙ CHE POTEVA TENERE IL CONTROLLO.

  • Ennio D'Ercole 24 Giugno 2018

    approvo pienamente il comportamento del ministro Salvini, credo che sia l’unico sistema per fermare l’ondata immigratoria, ma soprattutto per farci sentire in Europa. Trovo scorretto il comportamento del presidente Macron nei confronti del ns. paese. Salvini avrai il ns. sostegno, grazie per quello che stai facendo.

  • FAUSTO 24 Giugno 2018

    BRAVO SALVINI, SIAMO TUTTI CON TE. NON CEDERE. SE FRANCIA E GERMANIA VOGLIONO RIMANDARCI INDIETRO DEI MIGRANTI, CHIUDIAMO ANCHE NOI LE FRONTIERE INTERNE. IL TRATTATO DI SCHENGEN NON E’ PIU’ VALIDO. ALLA FRONTIERE DI VENTIMIGLIA PER ENTRARE IN FRANCIA BISOGNA PRESENTARE PASSAPORTO O CARTA DI IDENTITA’ CON CONTROLLO DI IDENTITA’ IN QUESTURA. VIVA LA LIBERTA’ E L’ITALIA LIBERA

  • Giovanni 24 Giugno 2018

    Un Ministro con le palle

  • GENNARO TERMINE 24 Giugno 2018

    SALVINI, TIENI DURO, NON MOLLARE !!!!!!!!!!!!!!!!! E’ ORA CHE L’INVASIONE, PROMOSSA E FAVORITA DA ‘STE ONG DEL C****, ABBIA REPENTINAMENTE FINE E PER SEMPRE !!!!

  • Francesco Iacobucci 24 Giugno 2018

    Grande matteo sei tutti noi anche i finti buonisti che criticano le tue iniziative , dentro di loro sperano che contunui cosi . Mantieni le promesse e Fregatene dei quattro buffoni del PD “ NE NE FREGO”

  • Enzo 24 Giugno 2018

    Bravo Salvini….non mollare!

  • Aldo Barbaro 24 Giugno 2018

    Sono sempre della stessa idea: soccorso alle popolazioni nel luogo di origine,blocco aereo navale delle coste, sequestro delle “navi buoniste” arresto dell’equipaggio! E’ l’unico modo per finirla una volta per sempre.Bravo Salvini.

    • Michael 24 Giugno 2018

      Soccorsi SOLO A ITALIANI. Quando conoscerai la situazione non dirai più di aiutarli a casa loro.

  • Alessandro Bernasconi 24 Giugno 2018

    Portateli a casa di Macron, che si riempie la bocca di concetti umanitari per screditare gli italiani. E poi vediamo. P.s. Ma la Croazia non è in Europa ? Come mai nessuno ne parla ?

    • Michael 24 Giugno 2018

      Croazia paese sovrano. ITALIA NO….

  • salvatore 24 Giugno 2018

    Bravo ministro! non cadere nel ricatto umanitario! scafisti e mafiosi senza scrupoli che facessero affari nei Paesi cui la loro nave batte bandiera.

  • rino 24 Giugno 2018

    Salvini sta facendo gli interessi del paese, ma deve stare attento ai colpi di coda dei finanzieri speculatori che hanno comprato il PD e con esso le toghe rosse, che sono maggioranza. Modestamente gli consiglierei di modificare con urgenza alcune leggi in base alle quali cercheranno di incastrarlo come hanno già fatto con Berlusconi.

  • sergio la terza 24 Giugno 2018

    Unica soluzione,salvare i migrati e silurare la nave sino a ripulire il mare mediterraneo.

    • Michael 24 Giugno 2018

      Nessun salvataggio. Sono imbarchi illegali. Tornano a casa. DA SOLI.

  • Silvia Toresi 24 Giugno 2018

    Finalmente qualcuno che fa quello che dice!!!!

  • eddie.adofol 24 Giugno 2018

    L’UNICO MODO E’ COMINCIARE A BOMBARDARE QUESTE ONG PIRATE. POI QUANDO CI SARANNO DEIMORTI TUTTO QUESTO

  • Angela 24 Giugno 2018

    Bravo Salvini, finalmente un ministro che ha a cuore la sicurezza degli Italiani e non si lascia intimidire da scafisti e ong affaristiche che con i migranti fanno milioni di euro .

  • TonyHope 23 Giugno 2018

    Viva Salvini!

  • Massimilianodi SaintJust 23 Giugno 2018

    Se li portino in Olanda, se hanno attraversato deserti, sarà una crociera raggiungere l’Olanda e Amsterdam con i suoi canali. Se oltrepassano le acque territoriali avvertire di calare le scialuppe, allontanarsi e silurare la nave, così capiranno!

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica