Cottarelli stupisce tutti: va da Mattarella e poi se ne va. Giallo sugli sviluppi della crisi

29 Mag 2018 17:37 - di Redazione
Cottarelli

Carlo Cottarelli dopo un’ora di colloquio con il presidente Mattarella ha lasciato il Quirinale senza rilasciare dichiarazioni. Tornerà domani per definire il quadro della situazione sulla cui evoluzione si è aperta una ridda di interpretazioni. Infatti tutti si aspettavano che Cottarelli presentasse la lista dei ministri al capo dello Stato ma questo non è avvenuto. Sul colloquio si sa solo,ufficialmente, che il presidente incaricato ha aggiornato Mattarella sullo stato dell’arte. Al momento il tentativo di Cottarelli non dispone della fiducia di alcuna forza parlamentare. Senza la fiducia, sottolinea il sito Business Insider, scattano le clausole di salvaguardia previste dalla manovra 2017:  “dal primo gennaio dell’anno prossimo scatterà l’aumento dell’Iva e delle accise sulla benzina. L’aliquota intermedia passerebbe dal 10 all’11,5%, quella ordinaria dal 22 al 24,2%. In pratica, si salverebbero solo le aliquote più basse, quella al 5% (di impatto marginale) e quella al 4%, che si applica per lo più su alimentari di prima necessità: pane, pasta, latte e formaggi, frutta e verdura fresca. I carburanti, invece, aumenterebbe nella misura necessaria a garantire allo Stato introiti per 350 milioni di euro l’anno. Altro nodo da sciogliere è quello della data delle prossime e inevitabili elezioni che dovrebbero tenersi dopo agosto secondo quanto riferito dallo stesso Cottarelli subito dopo avere ricevuto l’incarico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA