Tifoso del Liverpool in coma. La Roma rischia pesanti sanzioni (video)

mercoledì 25 aprile 18:57 - di Redazione

Sean Cox, il 53enne tifoso d’origine irlandese aggredito fuori dalla stadio prima del match tra Liverpool e Roma, è in coma, con gravi danni al cervello. Lo hanno riferito i familiari ai media inglesi. Cox, un uomo d’affari di Dunboyne nella Contea di Meath, ha subito gravi ferite alla testa dopo essere stato aggredito fuori dal pub Albert, uno storico locale di ritrovo situato nelle immediate vicinanze dello stadio di Anfield. È ricoverato al Walton Hall Neurological Centre.

La polizia inglese ha fermato due giovani romani

Il capo della polizia di Liverpool, Dave Charnock, citato dai media britannici, ha riferito che due giovani romani, «di 25 e 26 anni, sono stati arrestati con il sospetto di tentato omicidio».

La Uefa scioccata dagli incidenti di Liverpool

La Uefa in una nota ha preso posizione sui violenti scontri di Liverpool. In particolare, l’Uefa annuncia «provvedimenti severissimi» dicendosi «profondamente scioccata dal vile attacco avvenuto prima della partita tra il Liverpool e la Roma». «Il nostro pensiero è rivolto alla vittima dell’aggressione e alla sua famiglia – si sottolinea nel comunicato – Gli autori di questo attacco ignobile non hanno posto nel calcio e confidiamo che saranno trattati con la massima severità dalle autorità», sottolinea ancora la Uefa, che spiega di essere «in attesa di ricevere i rapporti completi prima di decidere sulle potenziali accuse disciplinari».

La Roma sui fatti di Liverpool: “Gesti aberranti”

«L’As Roma condanna nella maniera più dura possibile l’aberrante comportamento di una ristretta minoranza di tifosi in trasferta che, coinvolti negli scontri con i sostenitori del Liverpool nel prepartita di ieri, hanno arrecato vergogna al Club e alla stragrande maggioranza dei romanisti che hanno avuto una condotta esemplare ad Anfield”. Lo comunica As Roma in una nota. «Non c’è posto per comportamenti così vili nel mondo del calcio – prosegue – Il Club ha offerto la propria collaborazione al Liverpool Fc, alla Uefa e alle autorità. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono rivolti al tifoso del Liverpool ricoverato in ospedale e alla sua famiglia».

Il Codacons: “Sanzionate la Roma”

Il Codacons ha chiesto di «disporre la sospensione dello Stadio Olimpico a tempo determinato o far giocare le partite a porte chiuse. La Roma deve ritenersi responsabile per i gesti commessi dai propri tifosi e attivarsi con maggiore impegno per escludere le mele marce, i violenti e i veri e propri criminali dalla propria tifoseria. Solo attraverso provvedimenti simili sarà possibile combattere la violenza dentro e fuori gli stadi ed educare i tifosi al rispetto dell’avversario sportivo».

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • michele ceccherini 30 aprile 2018

    secondo me la roma viene squalificata per almeno 1 anno dalle competizioni invece se dovesse morire questo tifoso del liverpoool la sanzione puo arrivare fino 5 anni da interista spero che si sopravviva senno per la roma sono cazzi

  • Enrico Livrea 26 aprile 2018

    Prima di tutto i migliori auguri di cuore a Sean Cox.
    In secondo luogo spero che i suoi aggressori (per favore non chiamateli tifosi) marciscano in galera.
    Infine però mi chiedo come sia possibile che un gruppo di ultras già segnalato dalla Digos alle forze dell’ordine inglesi riesca a percorrere indisturbato e senza scorta 4 chilometri a piedi dalla stazione allo stadio. Qualcosa non torna.

  • In evidenza