I 5 Stelle ci provano: «Queste elezioni non vanno confrontate con le politiche»

lunedì 30 aprile 17:38 - di Redazione

I 5 Stelle le studiano tutte per non ammettere la batosta rimediata prime in Molise e poi in Friuli Venezia Giulia . Ecco come i capigruppo iulia Grillo e Danilo Tondelli commentano l’ultima tornata elettorale«Un grazie va al nostro candidato presidente Alessandro Fraleoni Morgera e a tutti i candidati della lista del MoVimento 5 Stelle in Friuli Venezia Giulia che hanno lavorato con impegno pur sapendo che non era una sfida facile. Il dato che rileviamo è che ogni qualvolta che il M5S non è in partita, quasi la metà degli elettori rinuncia a votare». La furbata vera sta in questo tentativo. «Questo risultato,  non va ovviamente confrontato con quello ottenuto alle ultime politiche visto che si tratta di elezioni profondamente differenti». Avanti così fino alla prossima tranvata.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 1 maggio 2018

    Non vanno confrontate con le politiche? Ahhaahhahaah, arriveranno pure quelle caro ciccio bello, poi dirai che non bisogna confrontarle con le regionali e così via. Non vi rendete conto che siete ormai allo sbando? Ancora pochi mesi poi vedrete l’altra battosta, solo un po di pazienza :))

  • Francesco Paolo d'Auria 1 maggio 2018

    anche io sono d’accordo.. ma, chissa’ perche’? nessun oppositore ha mai fatto rimarcare il fatto che i 5stelle dicono di non tenere alla poltrona.. ma poi “o scugnizzo” giggino si aggrappa a quella di priimo ministro come se gli fosse stata consegnata dal Padreterno in persona.. E anche gli altri ministri.. perche’ non se ne parla? volendo fare il “cambiamento” … chi sarebbero gli artefici del cambiemento? oltre giggetto prime minister gli altri chi sarebbero? Firmiamo il contratto e poi si vedra’! Mi sembra tutto una grande putatnata.. Avevano fatto lapresentazione dei ministri, comunicata al Quirinale, prima di vincere le elezioni.. ora che si è rivelata una vittoria di Pirro.. cosa ne é di quel governo fantasma che, nella mente di giggetto, dovrebbe realizzare il “cambiamento” che nessuno ha ancora capito cosa sia visto che il redditoecc. è una puttanata, la Fornero non se ne parla.. Una pagliacciata nella migliore tradizione dell’Opera Buffa! Beh siamo in Italia, anzi siamo a Napoli, patria di eduardo … “adda passà a nuttata”!

  • Bruno Montaina 30 aprile 2018

    Cosa vi avevo detto ? Era scontato che avrebbero sminuito il significato di questo voto, i meschini !

  • In evidenza

    contatore di accessi