Arrestato Cochis per estorsione, fu il braccio destro di Vallanzasca

martedì 7 giugno 11:37 - di Redazione

Rossano Cochis, detto Nanu, lo storico braccio destro di Renato Vallanzasca, è stato arrestato dagli agenti del commissariato Greco-Turro di Milano per estorsione nel campo delle compravendite immobiliari. Nato a Carpenedolo (Brescia) quasi 70 anni fa, era stato condannato nel 1977 per sequestro di persona a scopo di estorsione, omicidio aggravato, partecipazione a banda armata, plurime rapine e altro, tra cui un’evasione. Dopo 37 anni era uscito nell’estate 2014 e affidato a una comunità per il recupero dei tossicodipendenti. «Sono entrato in galera il 15 febbraio 1977 e sono uscito a luglio – ha raccontato in un’intervista – Ma prima di varcare la soglia ho fatto quella promessa a mia mamma Bruna: “Stai tranquilla, non tornerò con i vecchi giri, con quella vita ho chiuso per sempre. Non voglio perderti e non voglio rovinare il mio matrimonio con una donna molto più giovane e innamorata di me”». Promessa infranta, secondo le indagini degli agenti di Greco-Turro diretti da Giorgia Iafrate. Lo scorso febbraio hanno arrestato due persone per estorsione ma sapevano che all’appello mancava un terzo, proprio Cochis.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi