Arrivano 30 migranti in un Comune di 350 abitanti: si dimette il Consiglio

sabato 25 luglio 10:04 - di Redazione

Un intero Consiglio comunale si è dimesso, travolto dall’emergenza migranti. È accaduto nel piccolo comune montano di Bajardo, nell’imperiese, 350 abitanti. Qui da giorni sono ospitati, in una ex caserma del Corpo forestale, 30 migranti tra i 18 e i 25 anni, il 20% della popolazione. I residenti non hanno accettato la presenza dei profughi, decisa dalla prefettura, e ieri sera hanno partecipato al Consiglio comunale, insieme ad alcuni turisti. Maggioranza e opposizione sono stati pesantemente contestati: da qui le dimissioni. «Non dipende da me – ha detto il sindaco Jose Littardi – sono decisioni della prefettura. Trenta migranti rappresentano il 30% della popolazione residenti e non abbiamo vigili urbani o carabinieri per controllarli. La polizia sale una volta al giorno. Davanti a questa situazione ci siano dimessi, perchè possiamo accoglierne solo alcuni, l’edificio dove sono ospitati è di appena 150 metri quadrati». Il sindaco incontrerà lunedì il prefetto per trovare una soluzione, ed ha 20 giorni di tempo per ritirare le dimissioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi