Da un anno viveva in auto, diventata la sua casa, poi la sua tomba: 54enne di Arezzo muore di freddo

martedì 12 febbraio 11:58 - di Redazione

Una dramma della solitudine, diventata disperazione che solo la morte ha potuto interrompere, allentando una volta per tutte la morsa di dolore e indigenza che da tempo ormai stritolava le difficili giornate di una 54enne di Arezzo, trovata priva di vita all’interno della sua auto, da tempo purtroppo la sua unica dimora, in una zona boscosa.

54enne italiana morta di freddo: il corpo trovato nell’auto che era diventata la sua casa

Forse è morta di freddo, probabilmente il decesso risale a cinque giorni fa: è ancora abbastanza indefinito il quadro che incastona nel dramma la vicenda si Ornella, di cui al momento si sa solo quanto riferito, tra gli altri, dal sito de La Repubblica in queste ore: «Era sul sedile di una vecchia Cinquecento bianca, un rottame con la targa per metà staccata, parcheggiata al limite di un bosco, a Marietta, una località nel Comune di Civitella della Chiana, in provincia di Arezzo». Esanime in quella carcassa di auto che era trasformata nella sua casa da ormai un anno, diventata la sua tomba. L’allarme ai carabinieri è stato dato da alcuni conoscenti del vicino paese di Ponticino, dove la donna sembra che andasse quasi tutti i giorni alla disperata ricerca di qualcosa da mangiare, dove da qualche giorno nessuno l’aveva più vista, e dove più di qualcuno ha trovato sospetta quell’assenza inusuale.

Le ricerche dei carabinieri fino alla drammatica scoperta…

Così, raccolta la preoccupazione, i carabinieri sono andati a cercarla; hanno intercettato l’auto parcheggiata in uno spazio sterrato nei pressi del comune di Pergine Laterina e, vicino al veicolo malandato, un piccolo presepe allestito forse nei giorni di Natale, a testimonianza di una piccola traccia di dignità e decoro ancora forti in Ornella pur nelle drammatiche condizioni in cui si era ritrovata a vivere, nonostante – come riferisce la Repubblica – la donna fosse stata più volte contattata dai servizi sociali, rifiutando sempre ogni possibilità di aiuto fino alla fine, arrivata molto probabilmente per il freddo. E come riporta il quotidiano già citato, con la 54enne aretina «salgono a tre i morti dei senza tetto nella provincia di Arezzo in questo inverno. Ad ottobre era scomparso colto da un malore in una notte passata all’aperto, Dragan, a Campo di Marte. A dicembre, a Montevarchi era deceduto un 40enne che aveva trascorso la notte nell’androne di un palazzo». Stavolta è successo ad Ornella…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *