Cv fantasma, laurea sparita: nel “giallo” dell’eurodeputato M5S arriva l’auto-sospesione

Cv fantasma, laurea sparita: nel giallo delle credenziali scomparse dal web irrompe la notizia – annunicata dal diretto interessato in un post su Facebook – dell’auto-sospensione dell’eurodeputato M5S. Se fino a ieri si parlava semplicemente di rischio espulsione dal M5S dell’europarlamentare Marco Valli – eletto nel 2014 – ora, stando a quanto si apprende dall’Adnkronos che l’avrebbe desunto da fonti  5 Stelle, dopo un’inchiesta pubblicata dal Sole24ore online su cv e laurea in Bocconi di Valli “spariti” dalla Rete – e per questo sospetti –, sulla sua posizione sarebbe sta avanzata una richiesta di intervento al collegio dei probiviri, l’organo disciplinare del Movimento chiamato a decretare sanzioni sugli iscritti.

Cv fantasma, laurea sparita dalla Rete: Valli (M5S) si auto-sospende

Ebbene, sempre dall’agenzia stampa di Piazza Mastai, si apprende che l’europarlamentare pentastellato, al centro dell’inchiesta del Sole24ore online e nel mirino di sospetti e dubbiosi che all’indagine hanno dato credito, «chiede scusa e si auto-sospende». Ad annunciarlo è lui stesso su Facebook. «In merito alle notizie sul mio curriculum pubblicate sulla stampa – scrive il movimentista finito all’indice nel post – desidero scusarmi prima di tutto con il MoVimento 5 Stelle, coi cittadini, gli attivisti e i miei colleghi al Parlamento europeo per l’errore commesso e me ne assumo le responsabilità. Ho comunicato ai probiviri la mia auto-sospensione dal MoVimento e attendo le loro decisioni a riguardo», conclude Valli. Decisioni che ci si aspetta non tardino ad arrivare.