Mattarella bacchetta il governo: «Nessuno può sottrarsi all’equilibrio dei bilanci»

Mentre infuria la polemica per la bocciatura da parte della Commissione Ue della manovra economica, Sergio Matterella si schiera con Bruxelles ammonendo il governo: “I bilanci in equilibrio, l’efficienza dei servizi, i diritti garantiti ai cittadini, la sinergia tra pubblico e privato, in modo che crescano le opportunità per tutti, sono sfide a cui nessuna amministrazione può sottrarsi: il Comune e la Provincia come la Regione e lo Stato”. Il capo dello stato lo dice  intervenendo alla 35/a assemblea nazionale dell’Anci, “La logica dell’equilibrio di bilancio non è quella di un astratto rigore: ci deve sempre guidare uno sguardo più lungo sullo sviluppo, la sua equità e la sua sostenibilità, e occorre procedere garantendo sicurezza alla comunità, scongiurando che il disordine di enti pubblici, e della pubblica finanza, produca contraccolpi pesanti anzitutto per le fasce più deboli, per le famiglie che risparmiano pensando ai loro figli, per le imprese che creano lavoro”, ha sottolineato Mattarella.