Il tweet di Salvini: «Vermi infami, ora paghino fino in fondo per l’omicidio di Desirée»

«Due immigrati clandestini fermati stanotte per lo stupro e la morte di Desirée, altri due ricercati. Grazie alle forze dell’ordine, farò di tutto perché i vermi colpevoli di questo orrore paghino fino in fondo, senza sconti, la loro infamia». Così in un tweet durissimo Matteo Salvini commenta il fermo dei due senegalesi ritenuti responsabili, in concorso con altre persone ancora da identificare, di violenza sessuale di gruppo, cessione di stupefacenti e dell’omicidio volontario di Desirée Mariottini.

Salvini: «Sono vermi, paghino fino in fondo»

All’indomani del sopralluogo del ministro dell’Interno a San Lorenzo nello stabile dove è stato trovato il corpo della ragazza, dopo gli applausi e le improbabili contestazioni con la bava alla boca di femministe e antifà dei centri sociali, il titolare del Viminale è tornato all’attacco. In serata (a partire dalle ore 19 in Via dei Lucani, a Roma) partirà la fiaccolata organizzata dai residenti del quartiere popolare in memoria di Desirée e in segno di solidarietà ai familiari.