Il delirio delle femministe: sul corpo di Desirée la violenza di Salvini…

venerdì 26 ottobre 12:21 - di Redazione

Prima violentata e uccisa, poi una nuova violenza sul corpo di Desirée. Da parte di “politici di turno accorsi come avvoltoi”. L’allusione esplicita è a Matteo Salvini che si è recato sul luogo dove la ragazzina è stata drogata e violentata accolto da applausi dei residenti e contestazioni delle femministe e dei centri sociali. Proprio le stesse femministe che gli gridavano “sciacallo, sciacallo”, cioè le esponenti del movimento Non una di meno (NUDM) hanno stilato un bizzarro volantino nel quale la presenza di Salvini da ministro dell’Interno sul luogo della tragedia viene paragonato alla violenza subìta da Desirée. Nel volantino, inutile sottolinearlo, non si fa cenno al tema dei migranti irregolari che delinquono, al tema della droga e dello spaccio, al tema della richiesta di sicurezza dei residenti e delle residenti. Questo il testo del volantino: “Sul corpo di Desirée abbiamo visto per l’ennesima volta tutto il male del mondo. Una intera catena di violenze ha trovato in Desirée il suo ultimo anello. Giovedì scorso nel quartiere di San Lorenzo Desirée, una ragazza di soli sedici anni, è morta di overdose dopo essere stata violentata da un gruppo di uomini. Di nuovo, una donna è stata stuprata e uccisa, e di nuovo, i politici di turno accorrono come avvoltoi per strumentalizzare l’ennesima violenza, perpetrandone una nuova, su un corpo inerme che non può più parlare. Siamo arrabbiate, anzi, siamo furiose. Invece di denunciare un sistema mafioso che dal traffico di droga alla speculazione edilizia, alla devastazione ambientale, regola la gestione delle nostre città, nuovamente si vuole usare in termini propagandistici quanto è successo alla giovane Desirèe… Ma se Desirée oggi non può più parlare, rimaniamo noi, sempre più determinate a non lasciare più spazio alla violenza maschile sulle donne, perpetrata a partire da politiche discriminatorie fino ad arrivare alla quotidianità delle nostre relazioni“. Ecco: in pratica l’aggressione predatoria e criminale di pusher africani e violenti contro le donne viene derubricato a “quotidianità delle nostre relazioni”. Ineffabili, incomprensibili, inconcludenti. Ma soprattutto inutili.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • valerie 27 ottobre 2018

    Le femministe sono un generatore naturale e perennemente in funzione di rabbia e odio; il loro scopo è sovvertire (leggi: illudersi di stare sovvertendo) il patriarcato e qualunque affermazione possa suonare culturalmente derivata dal patriarcato, in questo splendidamente finanziate e assistite dalle maggiori lobby e corporation internazionali: distruggere e sovvertire sicurezza dei cittadini, rispetto della genitorialità tradizionale, rispetto dell’equilibrio psichico di ragazzi e bambini. A costo di autodistruggersi, nella rabbia di non poter distruggere efficacemente tutto ciò che odiano, con appena un po’ di blablabla di copertura su amore e inclusione.

  • Pino1° 27 ottobre 2018

    Sono femmine pericolose per se e per la collettività ! Inneggiano e affermano la violenza di genere !
    A danno del mondo femminile? Vediamo, Incapaci di intendere, lo sono solo di volere, ma senza praticare le rette vie ! La violenza e la sopraffazione è innata nell’essere biologico posto al vertice della scala delle specie ! A cui anche loro, ovviamente, appartengono ! Sono esseri umani? Particolari essendo esseri femminini ! Per volerle omaggiare per genere ! Nelle scuole, grazie alle riprese occulte… chi si evidenzia schifosamente violento contro piccoli inermi ? Femmine… Nelle case di riposo per anziani ? Femmine…. nel settore badanti ? Femmine…. Nelle mamme assassine ?Potrebbe essere troppo facile affermare che : Perché lì ci sono solo le femmine! Falso !
    Il problema vero è che anche le femmine sono aggressive, anche le femmine uccidono, come moltissimi casi giunti a condanna definitiva di terzo grado dimostra. La necessità biologica della riproduzione le fa essere possessive, bisognose di controllo totale su tutto, frenetiche garantiste di se stesse ! Cultura e razionalità consapevole le possono trasformare in meravigliosi esseri umani, desiderate, stimate, coccolate e rispettate, anche troppo !
    Rispetto le donne e so bene che sono le uniche al mondo per difendere le quali un’uomo andrebbe senza esitazione incontro alla morte, ma.. cercate di non approfittarne perché poi anche nell’essere maschile viene fuori l’istinto di sopravvivenza.

  • 26 ottobre 2018

    Ma siete propio stupite {scusate} attaccate un uomo che cerca di cambiare il sistema per il meglio!!chiedete al vostro governo per la PENA DI MORTE in questi tipi di crimine…vi sopporto per la vostra forza da femmina!!! Ma per piacere non attaccate un uomo come Salvini che non è contro in quello che credete.

  • Maria 26 ottobre 2018

    Queste sarebbero femministe???!! Quelle VERE si sarebbero scagliate contro quei mostri, contro la sinistra che li ha lasciati entrare e difesi ad oltranza e sopratutto contro Fico e la sua frase folle! Che razza di donne sono queste?! Altro che castrazione chimica lo dico come donna VOGLIO LA PENA DI MORTE PER IL REATO DI STUPRO!

  • carlo 26 ottobre 2018

    Le femministe fanno letteralmente schifo anche perche sono delle schifose comuniste

  • Giuseppe Tolu 26 ottobre 2018

    E quando era presidente Gentiloni le colpe di chi erano; gentaglia da strapazzo!!

  • enzo 26 ottobre 2018

    Un bel corso per lavorare a maglia o all’uncinetto per rilassarsi no?