Mamma no vax si vanta su fb di aver portato alla materna certificati falsi

Tutto nasce dai social. Su Facebook è diventata virale la conversazione tra una mamma no-vax e un’amica. «Ecco, io ho fatto così», scriveva la signora di Esine nel bresciano, spiegando come aveva cambiato le date del certificato vaccinale della figlia per la scuola materna: il foglio mandato dalla Asl, lo scanner, il cambio data, la fotocopia, la consegna. In più, anche il vanto di essere furba. Ora della vicenda se ne stanno occupando i carabinieri perché la mamma no vax è stata denunciata. «Se quanto riportato dalle notizie fosse vero – dichiara Viviana Beccalossi, consigliere lombarda del Gruppo Misto, annunciando una interrogazione urgente – sarebbe la dimostrazione di quanto sia importante fare chiarezza sulla questione vaccini e che affidarsi all’autocertificazione da parte dei genitori, peraltro senza controlli, sia davvero una follia, oltre che un vero pericolo per i bambini, specie per quelli con problemi immunitari».
«In attesa che il governo nazionale – conclude la Beccalossi – si decida a rendere obbligatori, senza se e senza ma, i vaccini che molte vite hanno salvato in Italia e nel mondo, grazie al lavoro degli scienziati, è necessario il massimo rigore su un tema in cui la politica non può permettersi di ‘giocare’ per interessi elettorali, strizzando l’occhio a chi si documenta su internet e mette in discussione decenni di ricerca scientifica. Altro che obbligo flessibile».