Tunisi convoca l’ambasciatore italiano: «Stupore per le parole di Salvini»

lunedì 4 giugno 18:08 - di Redazione

L’ambasciatore italiano a Tunisi, Lorenzo Fanara, è stato convocato dal ministero degli Esteri per trasmettergli il «profondo stupore» del governo del Paese nordafricano per le dichiarazioni del ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini. Lo riporta l’agenzia di stampa ufficiale Tap, citando una nota del ministero degli Esteri tunisino. Ieri Salvini, dopo aver visitato l’hotspot di Pozzallo, aveva spiegato di voler parlare «con il mio omologo ministro tunisino», aggiungendo che «la Tunisia è un Paese libero e democratico dove non ci sono guerre, epidemie e pestilenze, che non sta esportando dei gentiluomini, ma spesso e volentieri dei galeotti».

Nel comunicato del ministero degli Esteri tunisino si sottolinea che queste dichiarazioni non riflettono il livello di cooperazione tra i due Paesi nella lotta all’immigrazione clandestina. Le parole del ministro italiano, si legge, «denotano una mancanza di conoscenza dei vari meccanismi di coordinamento stabiliti tra i servizi tunisini e italiani responsabili della lotta contro la migrazione irregolare».

Il ministero ha quindi sottolineato «l’attenzione della Tunisia di lavorare con il nuovo governo italiano per consolidare i rapporti di amicizia e la cooperazione strategica tra i due Paesi». Secondo quanto riporta la Tap, dopo la pubblicazione di questo comunicato, l’ambasciatore italiano «ha contattato» il ministero degli Esteri tunisino per trasmettergli i «chiarimenti del ministro italiano, che lo ha incaricato di precisare che le sue dichiarazioni sono state estrapolate fuori dal loro contesto», affermando «il suo impegno a sviluppare la cooperazione con la Tunisia nelle aree di sua competenza».

In serata la replica di Salvini: «Saremo ben contenti di organizzare un incontro nel più breve tempo possibile con il collega ministro dell’Interno tunisino per rafforzare e rinsaldare i rapporti sul fronte immigrazione».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giulioarditi@libero.it 5 giugno 2018

    Due bulletti buoni solo a spartirsi le poltrone ed insultare il resto del mondo. Chissà quante risate si fanno alle spalle degli elettori creduloni!

  • gdetoffoli@yahoo.it 5 giugno 2018

    Se fosse vero che la tunisia invia persone ‘normali’ invece di fior di delinquenti, la Tunisia può dimostrarlo con la collaborazione, identificando i suoi cittadini delinquenti che gli sono scappati di galera e stabilire che i suoi delinquenti se li può governare con i suoi metodi sbrigativi in patria -la loro-
    Il reato di immigrazione clandestina deve essere realmente perseguito con legge d’urgenza ordinando i giudici in normative chiare e non interpretabili, in concomitanza dell’azzeramento di tutti i finanziamenti e costi passivi italiani sostenuti per raccattare gente in mare, CHI FA IL MESTIERE DI RACCOGLITORE, che li tenga a bordo per un’ora o tre giorni non deve avere NESSUN diritto a rimborso di nessun tipo da parte dell’Italia visto che compie un’opera umanitaria che deve essere pagata dall’organizzazione a cui appartiene, L’Italia paga già le tangenti ai paesi nord africani, possono portarseli nella loro nazione -SOSPENDENDO sempre – per il periodo estivo e di bonaccia la regolamentazione che riguarda i ‘salvataggi in mare NON dipendenti da naufragio’ ! E che ca°°o leggetela almeno la normativa marittima, abbiamo in italia due eccellenti università :Camerino, Trieste dove si insegna TUTTO ciò che va conosciuto del diritto internazionale marittimo, USATELE, bischeri —-
    le ong che che recuperano in mare vanno obbligate, appena attraccano in italia a caricarsi quelli da espellere e portarseli a casa loro- di cui battono bandiera- visto che sono Tedeschi, Svizzeri e Francesi, i più cospicui traffici. Smettiamola di farci prendere per il culatello di modena come ha fatto macro’……….

  • antopintus@live.it 5 giugno 2018

    Caro ministro Salvini, ci vorrebbero azioni concrete subito. Anche se è difficile dato che molte persone Le metteranno sicuramente i bastoni tra le ruote, ma ci vorrebbe un blocco totale dell’immigrazione e un esame accurato dei clandestini nel territorio italiano. Saluti

  • cesco.sanna@tiscali.mail.it 5 giugno 2018

    A CHI CONVOCA LA TUNISIA? FORSE NON HANNO CAPITO CHE NON SIAMO IL PD…

  • 4 giugno 2018

    Mi sono dimenticato la UE!!!

  • 4 giugno 2018

    Mr. Salvini deve produrre in forma statistiche il costo al Italia di questa invasione clandestina…con le parole si fa molto poco, quello che apre gli occhi sono le statistiche….questo è un fatto molto difficile per Italia…mi sembra che le statistiche non esistano in questo caso…fa solamente passare Salvini come un razzista, questo è il gioco delle Tunisia e altri paesi del Africa…usano sempre il razzismo e Fascismo….una battaglia dura a vincere, perché avete contro i communisti, e il Vaticano, e il PD