Conte: “L’Italia d’accordo con Trump, la Russia deve tornare nel G8”

venerdì 8 giugno 15:33 - DI Antonio Pannullo

Russia nel G8? “Perché stiamo per tenere un meeting senza la Russia? La Russia dovrebbe esserci”. La Russia dovrebbe essere riammessa nel G8. Lo afferma il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, prima di partire per il Canada, dove è in programma il G7. “Un tempo questo era il G8, perché c’era anche la Russia”, dice Trump rispondendo alle domande dei cronisti. “Ora la Russia non c’è. Io amo il nostro Paese, sono stato l’incubo peggiore per la Russia. Detto questo, la Russia dovrebbe partecipare a questo meeting”, afferma. “Potrebbe essere politicamente non corretto, ma abbiamo un mondo da gestire e dovrebbero permettere alla Russia di rientrare. Dovremmo avere la Russia al tavolo delle negoziazioni”, aggiunge il presidente degli Stati Uniti, riferendosi alla posizione che gli altri leader hanno assunto nei confronti di Mosca dal 2014 dopo la crisi legata alla Crimea. E c’è l’ok di un Paese di peso come l’Italia. “Sono d’accordo con il presidente Donald Trump: la Russia dovrebbe rientrare nel G8. È nell’interesse di tutti”. Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. L’aveva detto anche il vicepremier Luigi Di Maio: “Le sanzioni alla Russia stanno danneggiando i nostri agricoltori, danni anche per il settore del design e per l’artigianato. Questo genere di esportazioni si sono bloccate per le contro-sanzioni russe”. Lo ricorda a Radio Anch’Io su Radio Rai, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, affrontando il tema della revisione delle sanzioni contro Mosca. “Quando affrontiamo questo tema – ricorda – veniamo tacciati di essere filo-russi. In realtà questo sarà un governo filo-italiano che andrà nei consessi a discutere di alcune questioni su cui non è d’accordo”. Quella che è iniziata con il governo giallo-verde, ha concluso, “deve essere un’epoca in cui qualche no bisognerà iniziare a dirlo”. Ormai i Paesi dell’Unione europea che vogliono ristabilire rapporti con la Russia superano quelli ostili.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • baronegianfranco@virgilio.it 9 giugno 2018

    E’ giusto che la Russia partecipi al G8. Abusare di un potere di veto e impedire ad una delle più grandi potenze mondiali di partecipare ad un tale Summit è da veri incoscienti e dimostra una sconsiderata e sconfinata cecità politica. Ripeto è un grave abuso che col tempo si ritorce contro tutti. Vai Conte, l’Italia giudiziosa è con te.

  • pg19pmvr@gmail.com 9 giugno 2018

    La Russia,qualunche cosa dica qualcuno,è anche parte dell’Europa e quindi deve far parte della comunità europea.

  • Roccoangela60@yahoo.it 9 giugno 2018

    L’apertura alla Russia per noi significherebbe ,la rinascita di alcuni settori della nostra economia,per la UE sanzionare la Russia ha destabilizzato la nostra economia…ma tanto all’Europa unita che gliene frega di noi Italiani…

  • sergio la terza 9 giugno 2018

    Salvini,Conte ha detto:anche di Maio lo ha detto copiando quello che è stato la tua campagna elettorale,non ti far rubare le parole del cdx.

  • alfonso.deblasio@hotmail.it 9 giugno 2018

    Sono pienamente d’accordo su quanto è stato detto riguardo la Russia. Per quanto riguarda un paese di “peso” come l’Italia, per ora non è poi molto di peso, il governo precedente ha fatto di tutto affinché non lo sia . Speriamo che lo sia nel futuro, ma dipende dal valore di chi governa.

  • an.marconcini@gmail.it 9 giugno 2018

    Ma alla fine della fiera il Presidente Conte si è allineato alla posizione degli altri Stati e questo fa capire quanto sia particolarmente difficile sfondare il muro di gomma che si è creato intorno al caso Russia e soprattutto quanto i proclami alla Salvini siano inefficaci e propagandistici.Occorrono diplomazia vera e forza psicologica per stanare chi evidentemente ha un profitto a isolare Putin e non c’è bisogno di atteggiarsi a bulli per mettere paura ai colossi internazionali perché queste forme sterili basate su urli e paroloni sono spaventapasseri inefficaci e controproducenti.

  • simef@tiscali.it 9 giugno 2018

    La scelta di Conte va condivisa,dimostra che, finalmente, l’Italia ragiona da “indipendente”.

  • merighifranco1@gmail.com 8 giugno 2018

    Non sono mai stato d’accordo sul mettersi in mezzo a paesi che per motivi loro si litigano
    pertanto anche sanzionare uno o altro perche’ lo impose obama “premio nobel per la pace”
    che invecie e stato il piu’ grande guerrafondaio destabilizzatore della storia e’ vergognoso .
    Dobbiamo sanzionare lui e tutti gli altri capi e relativi portaborse che hanno eseguito gli ordini .
    L’Italia e’ economicamente in difficolta’ e pur rimanendo in europa DEVE o astenersi oppure essere
    neutrale me ancor meglio votare contraria . Questo e’ cio’ che hanno sempre voluto gli Italiani e
    dato che e’ cambiata l’aria chi ci rappresenta DEVE farlo .
    .