L’ultima follia del Pd: arrivano i semafori gay agli incroci di Torino

In preparazione del Torino Pride del 17 giugno, a Torino, i movimenti Lgbt si sono mossi per convincere i politici a rendere più accogliente la città. Come? Mettendo agli incroci della strade i semafori “gay friendly”: un esperimento lanciato in uno dei quartieri più popolari del capoluogo piemontese su iniziativa di un consigliere del Pd, Eleonora Averna,  approvata nel Municipio dalla maggioranza durante l’ultimo consiglio della prima circoscrizione con la contrarietà del centrodestra che si è rifiutato di partecipare al voto.  La Circoscrizione 1 avrà presto nuovi semafori che, al posto delle classiche luci, avranno delle mascherine personalizzate con coppie di uomini e di donne che si tengono per mano. Il semaforo rainbow verrà posizionato, in via sperimentale, in via Roma all’angolo con via Bertola.

E il sindaco grillino, Chiara Appendino? Pare sia d’accordo e voglia estendere l’iniziativa a tutta la città, seguendo l’esempio di Londra visto che lo scorso novembre, aveva promesso di rafforzare il circuito turistico Lgbt torinese, con tutti i mezzi, anche col rosso omosessuale.