Sperma nello spazio per concepire l’uomo, parte l’esperimento Nasa

È possibile concepire un essere umano nello spazio? La risposta a questa domanda potrebbe arrivare dal progetto che la Nasa sta per lanciare: portare spermatozoi umani sulla Stazione spaziale internazionale e testarne la funzionalità e l’adattabilità in assenza di gravità. Il seme umano (ma c’è anche un campioni di spermatozoi di toro che saranno usati come “controllo di qualità”) sarà trasportato dal razzo Falcon 9 di Space X, la compagnia di Elon Musk. L’obiettivo del progetto “Micro-11” condotto dall’Ames Research Center della Nasa è verificare la possibilità che in lunghi viaggi nello spazio, presumibilmente verso Marte, possano verificarsi dei concepimenti. Sarà testata sopratutto la mobilità degli spermatozoi, la loro capacità di nuotare verso l’ovulo in un ambiente a microgravità.

«Attualmente si sa poco sulla biologia della riproduzione nello spazio – hanno evidenziato…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi