Sarkozy interrogato di nuovo. Dieci i casi giudiziari in cui è stato implicato

mercoledì 21 marzo 18:00 - DI Redazione

Secondo giorno consecutivo di interrogatori per l’ex presidente francese Nicolas Sarkozy, ascoltato sui sospetti di finanziamenti illeciti, provenienti dalla Libia, alla campagna presidenziale del 2007. Ieri era stato ascoltato fino alla mezzanotte. Lo afferma l’agenzia Dpa citando una anonima fonte. Non è chiaro quanto durerà l’interrogatorio alla polizia giudiziaria di Nanterre. Sarkozy potrebbe essere rimesso in libertà dopo il fermo o condotto davanti ad un giudice istruttore, che dovrà decidere se avviare un procedimento. Questo però non è l’unico caso giudiziario in cui viene implicato o citato l’ex capo dello Stato francese. Almeno altre dieci indagini lo riguardano, delle quali sette ancora in corso. Oltre ai recenti casi di finanziamento della sua campagna elettorale da parte di Gheddafi e quello di aver sforato il limite per le spese della campagna elettorale, Sarkozy fu coinvolto nel caso delle intercettazioni chiamato “Caso Azibert”, dal nome del magistrato coinvolto, in quello relativo a Bernad Tapie e Christine Lagarde quando Sarkozy era capo dello Stato, ma su questa vicenda non è stato mai ascoltato; c’è poi il caso Karachi, quando Sarkozy era ministro di Eduard Balladur: vi furono delle commesse per la vendita di materiale bellico al Pkistan, e poi parte dei fondi ritornarono in Francia per finanziare la campagna di Balladur di cui Sarkozy era portavoce. Sarkozy è stato ascoltato come testimone. Il tribunale sta ancora indagando per l’affaire Kazakhistan e la vendita di elicotteri da parte della francese Eurocopter,  negoziato nel quale è intervenuto Sarkozy come presidente. La corte deva appurare se vi corruzione. C’è poi il caso dei son daggi commissionati dall’ELiseo, nel quale sono stati implicato alcuno parenti del presidente. Sui casi Bettencourt-l’Oreal e sui viaggi in aereo, per Sarkozy invece vi è stato il non luogo a procedere. In serata si è concluso il fermo di Sarkozy.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *