M5S e Pd, “c’eravamo tanto odiati”: tutti gli insulti, da «merda» a «larve»

mercoledì 7 marzo 10:48 - DI Guglielmo Federici

M5S e Pd, l’alleanza degli insulti. Una marea di offese. I grillini, “padroni” del web, hanno inondato il Pd sui social per anni di sfottò e di “processi”. Vignette anche contro gli elettori, come la famosa ghigliottina che tagliava le mani a chi votava democratico. Elenchi di tutti i piddini inquisiti, elenchi degli “impresentabili” e delle “persone con le quali mai allearsi”. E dall’altra parte lo stesso, insulti contro i Cinquestelle. Una storia d’odio che si trasforma improvvisamente in una storia d’amore. O meglio, di amore per il potere. Lunghissima è la lista delle offese.

M5S e Pd, quello che hanno detto i grillini sul Pd e sui democratici

Grillo ha apostrofato Renzi in tutti i modi: «minorato morale», «il nulla che parla», «pollo che si crede un’aquila», «scrofa ferita», «ebetino». Di Maio ha dato a Renzi dello «schizofrenico», Di Battista gli ha detto che è «credibile come un mafioso», Renata Lombardi ha dichiarato che «Peppa Pig è più credibile». Ma Grillo ha sparato contro tutto e contro tutti: «Gente sporca dentro» riferito ai ricorsisti romani; «vecchia puttana» a Rita Levi Montalcini; «zombie» a Pierluigi Bersani; «psiconano» a Silvio Berlusconi; «salma» a Piero Fassino; «container di merda liquida» a Giuliano Ferrara; «travestito» a Vladimir Luxuria; «larve ben pagate» ai parlamentari ; «buson» a Nichi Vendola; «assassino» e «cancronesi» a Umberto Veronesi.

Quello che hanno detto i dem dei pentastellati

M5S e Pd, le risposte dei democratici sono state altrettanto numerose. Ne prendiamo solo alcune, come esempio. Uno dei più veementi è stato Vincenzo De Luca, presidente della Campania. Di Maio? «È un noto sfaccendato, chiedeva al papà i soldi per pizza e birra». Di Battista? «Il gallo cedrone». Fico? «Il moscio». Tutti e tre? «Tre mezze pippe». La Raggi? «Una bambolina imbambolata». La Lombardi? «Ma va a morì ammazzata».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • sergio la terza 8 marzo 2018

    sul m cellulare con un SMS mi arriva la notizia che Dimaio dopo il risultato delle elezioni intervistato in merito al “reddito di cittadinanza”abbia dichiaratato che ci vorranno un paio di anni per poterlo attuare????????Come chiamare il DiMaio buffone o qualcosa di peggio? Ora ci vorrebe una bella mazziata ..come si dice al SUD:_

  • Iesonotrebla@yahoo.it 8 marzo 2018

    Caos voluto dai partiti politici.Vergogna.Sapevano che saremmo arrivati al mercato di deputati e senatori.. E quasi tutti HANNO VOTATO QUESTA SPECIE DI LEGGE ELETTORALE. Saluti

  • Iesonotrebla@yahoo.it 8 marzo 2018

    È la politica.. “italica”! Eppoi purtroppo mi tocca dire” scagli una pietra chi è senza peccato”. Ti fanno passare la voglia di andare a votare. VERGOGNA PER TUTTI QUEI PARTITI CHE HANNO VOTATO QUESTA LEGGE ELETTORALE. Quindi cosa ci lamentiamo. Sapevano e sapevamo(lo spero) che saremmo arrivati a questa situazione ne. Saluti a tutti.

  • fdesalvo@aconet.it 8 marzo 2018

    Nel periodo di campagna elettorale avevo visto purtroppo molti di questi commenti che consigliavano alla Meloni (ed alla lega) di separarsi da Berlusconi e qualcuno (con nikname) addirittura di votare contro l’alleato. Cosa che in parte è avvenuta. Chi semina vento riceve tempesta, ed anche in questo modo sono diminuiti i voti al centrodestra.
    Da un altro punto di vista, dal 1994 Berlusconi voleva diminuire le tasse, sopratutto ai ricchi per “dar da mangiare alla vacca affinché faccia tanto latte”. Glielo hanno impedito in tutti i modi, così molte vacche sono andate all’estero a cercare più fieno, altre meno furbe sono fallite. In tutti e due i casi molta gente è rimasta senza latte.
    Anche questa volta i grillini hanno promesso latte sperando di succhiarlo dalle restanti vacche del nord, ma quelle restanti non saranno competitive ed emigreranno anche loro.
    Esempio: la Embraco voleva andarsene, dopo un colloquio fra Taiani e la capofila Whirpool la Embraco aveva detto di restare, almeno per un po’. Probabilmente perché Taiani aveva fatto filtrare l’idea che se fosse andato al governo gli avrebbe ridotto le tasse, e così i 500 lavoratori sarebbero rimasti.
    Ora, volete vedere che se i grillini andranno al governo con i comunisti (falliti economicamente in tutto il mondo dalla Russia, a Cuba, al Venezuela) e manterranno le tasse par dare latte al sud, La Embraco sparirà di nuovo, e così altre ditte?. E il latte in qualche anno sparirà per tutti.

  • luigifassone@gmail.com 8 marzo 2018

    Non si capisce perchè in una società che si proclama democratica,cioè GIUSTA,uno che vota,mettiamo,il PD,poi deve accettare l’unione con i 5stelle. E lo stesso dicasi per c hi ha votato Fratelli d’Italia,Lega oppure Forza Italia. Il cittadino votante mica è come i suoi rappresentati,lui sì che ha il “vincolo di mandato ” ! Ostrega !

  • patronatoesindacato@alice.it 8 marzo 2018

    Sono certo che diranno che erano slogan di campagna elettorale e che oggi si guarda ai problemi degli italiani e in nome degli stessi potranno anche buttarsi alle spalle ingiurie e schifezze varie che si son dette a vicenda, pur di prendere il potere in mano.

  • foti.l@libero.it 8 marzo 2018

    Non stiamo a pesare gli insulti venuti da tutti, senza distinzione di colore e partito, chi più o meno si sono dati da fare…..
    La campagna elettorale è finita, il voto ha dato un segnale chiaro, puliamo la tovaglia e ripartiamo per il bene dell’Italia e degli italiani volenterosi di cambiare questo Paese mal governato da molte legislature e pieno d’ingiustizie sociali.
    Abbiamo votato per un cambiamento giusto e chiaro al fine di fare ripartire la nostra economia, tutelare gli anziani e assicurare il lavoro a milioni di giovani che sono in attesa di risposte.

  • plicrag@hotmail.com 8 marzo 2018

    Ho visto il nuovo governo con dentro i ripescati la Boldrini, la Bonino e Grasso.
    Mi sono svegliato di soprassalto tutto sudato. Sperimenta sarebbe la fine

    • marimanzo@gmx.net 8 marzo 2018

      Ma che razza di serieta’ e’ questa…non c’e’ da stupirsi che all’estero ci ridono addosso.
      Non ci vergogniamo nemmeno un po’ ?

    • riandree@yahoo.com 8 marzo 2018

      hanno solo dato i risultati delle elezioni. adesso bisognerà eleggere i presidenti di camera e senato e poi lavorare su chi scegliere come presidente del consiglio. e poi formare il governo e nominare ministri segretari sottosegretari e compagnia bella. boldrini bonino e grasso sono stati ripescati come ha deciso rosati quando ha fatto la legge che è stata approvata. pensava di agevolare i suoi ma ogni volta che qualcuno ha pensato di farlo poi è stato asfaltato…. la maledizione della legge ad personam. la sua ignoranza delle procedure è veramente da fare cadere le braccia… per caso intendeva dire PARLAMENTO e per sbaglio ha scritto governo???