L’intelligenza artificiale può far crescere il lavoro del 10%. Ecco perché

L’intelligenza artificiale può far crescere il lavoro del 10% entro il 2020. A dirlo è la multinazionale di consulenza aziendale Accenture,  dimostrando che la trasformazione digitale può far aumentare del 38% i ricavi delle imprese che riusciranno a far collaborare uomo e macchina. Lo studio parte da un presupposto ormai assodato: le aziende che non saranno in grado di rimodellare flussi di lavoro, modelli di  business e dipendenti rischiano di scomparire.

Il rapporto si concentra soprattutto sulla  forza lavoro, che va formata per potere essere parte attiva nella  collaborazione tra uomo e macchina, elemento imprescindibile  dell’impresa 4. 0. Secondo Accenture, dunque, l’integrazione  dell’intelligenza artificiale può far crescere l’occupazione del 10% e i ricavi delle aziende fino al 38%, se le aziende si allineeranno alle strategie dei leader di mercato. Numeri che, a livello globale, si trasformano in un incremento dei profitti pari a 4,8 trilioni di dollari, con ricadute importanti, non solo sull’impiego, ma anche sul modo di lavorare.

Questo obiettivo, però, per Accenture, può  essere raggiunto solo se le aziende investiranno…

Per continuare a leggere l'articolo Abbonati o Accedi