La Russa: Meloni presidente della Camera sarebbe una garanzia per tutti

Matteo Salvini avanzi la sua candidatura come presidente del Senato, se rifiuta e se la partita delle presidenze è svincolata da quella per il nuovo governo allora Fratelli d’Italia avanzerebbe la proposta di eleggere alla presidenza della Camera Giorgia Meloni. È la proposta avanzata in un’intervista a Libero da Ignazio La Russa.

Non sta scritto da nessuna parte, infatti, che i presidenti delle Camere devono appartenere ai raggruppamenti elettoralmente più forti. Dice La Russa: “Spadolini è stato presidente del Senato ed era del Pri, Laura Boldrini è presidente della Camera ed è di Liberi e Uguali. Due partiti più piccoli di FdI… in più con Giorgia sarebbe rispettata la pratica virtuosa di assegnare una carica istituzionale a una donna”.

Ancora, secondo La Russa, Meloni è un leader che unisce: “In campagna elettorale ha fatto da collante tra i partiti del centrodestra e poi è stata vicepresidente della Camera e ministro e, dulcis in fundo, non ha mai usato toni offensivi nei confronti degli avversari e pertanto sarebbe un vero presidente di garanzia”.

Infine La Russa chiarisce che, se non si riuscisse a fare un governo di centrodestra, la via d’uscita dall’impasse dovrebbe essere un governo di scopo per cambiare in pochi giorni la legge elettorale attuale introducendo il premio di maggioranza alla coalizione che raggiunge il 37% dei seggi.