Germania, è di nuovo incubo pacchi bomba: trovato un ordigno a Berlino

Un pacco bomba «piccolo», ma in grado di provocare feriti è stato consegnato alla Camera di commercio di Berlino. Sul posto sono intervenuti gli artificieri, allertati dallo stesso ufficio: un impiegato aveva notato dei fili elettrici che uscivano dall’involucro.

Per la polizia l’ipotesi terrorismo «non è sul tavolo»

La vicenda si è chiusa senza danni a persone o cose, ma ha provocato grande allarme. Al momento si ignora cosa contenesse il pacco e da dove provenisse. La polizia ha comunque sottolineato che il pacco era di dimensioni ridotte e quindi i danni sarebbero stati contenuti, anche se c’era il rischio di ferimento di persone. «Le indagini sono in corso per accertare la provenienza del pacco, che avrebbe potuto provocare delle ferite a chi lo ha aperto, se fosse esploso», ha spiegato un portavoce della polizia di Berlino, aggiungendo che l’ipotesi del terrorismo attualmente «non è sul tavolo».

Non solo Berlino: in Germania è allarme per i pacchi bomba

Ultimamente in Germania sono stati recapitati anche altri pacchi bomba. In particolare, a dicembre ne era stato recapitato uno in una farmacia di Potsdam. Il pacco conteneva una batteria, chiodi ed esplosivo e dalle indagini emerse che si era trattato di un tentativo di ricatto ai danni della compagnia di spedizioni Dhl. Un altro pacco sospetto, con dei fuochi d’artificio, è stato consegnato a metà gennaio in una banca del distretto berlinese di Stieglitz. Al momento, però, non è chiaro se tra le vicende esista un collegamento.