Bardonecchia, FdI contro l’irruzione degli agenti francesi: non siamo la toilette di Macron

sabato 31 marzo 13:07 - DI Redazione

Irruzione degli agenti della Dogana Francese, venerdì sera, nella sala della stazione di Bardonecchia dove opera la ong Rainbow4Africa, che assiste i migranti che tentano di passare la frontiera delle Alpi per raggiungere la Francia. Lo ha denunciato la stessa associazione: “Un presidio sanitario è luogo neutro, rispettato anche nei luoghi di guerra”, sostengono i volontari, che parlano di “comportamento irrispettoso dei diritti umani nei confronti di un ospite nigeriano”. Ecco cosa è accaduto: alcuni agenti della polizia della dogana francese sono entrati armati nella sala dell’associazione intorno alle 21 di sera con un migrante prelevato da un treno appena arrivato in stazione. Hanno intimato ai volontari di fargli usare il bagno per costringere il migrante a sottoporsi alle analisi delle urine. I volontari presenti hanno provato a chiedere spiegazioni ma senza successo.  Quando il test è risultato negativo hanno detto al nigeriano che poteva andare dopo aver recuperato le sue cose in stazione.
Il caso rischia di diventare anche diplomatico: tra i olitici che parlano di ingerenza inaccettabile anche la deputata di Fratelli d’Italia Augusta Montaruli: “Il comportamento degli agenti francesi a Bardonecchia è stato gravissimo. L’Italia chiami Macron e gli ricordi che qui nessun agente straniero può venire a far valere la propria autorità. Siamo un Paese sovrano non una provincia della Francia. I campioni delle urine li prendano nei bagni francesi o ne segnalino la necessità alle nostre Forze dell’Ordine”.

“Già scaricano sul nostro Paese tutto il peso dell’immigrazione e dell’emergenza profughi ora non vengano a far valere i loro distintivi a casa nostra – aggiunge la parlamentare -. Si tratta di una mancanza di rispetto inaudita verso l’Italia ed un precedente inammissibile. Siamo contrari a questa gestione del problema profughi da parte di un’Europa lavativa e sappiamo peraltro che dietro le richieste di asilo troppe volte c’è il tentativo di eludere la normativa sull’immigrazione clandestina ma dopo il danno di essere lasciati soli non assisteremo pure alla beffa di essere usati come la loro toilette”. Sulla stessa lunghezza d’onda il coordinatore di Fratelli d’Italia Guido Crosetto:  “Sostanzialmente sembra un episodio minore, ma formalmente è gravissimo che la polizia di un altro Stato sconfini. Vorrei vedere cosa sarebbe successo a parti invertite!”. “Mi auguro -aggiunge- che il governo ci spieghi come stanno le cose. Qualcuno ce lo dovrebbe dire. Può darsi che sia stato avvisato prima? Lo do per scontato”.

Sul caso interviene anche la Farnesina: “Abbiamo chiesto spiegazioni al governo francese e all’ambasciata di Francia a Roma e attendiamo a breve risposte chiare prima di intraprendere qualsiasi eventuale azione”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • caroli_alessandro@fastwebnet.it 2 aprile 2018

    Scusate, ma avere per anni governi di zerbini cosa altro poteva portare? Un’Italia fuori dall’UE non consentirebbe aggressioni di questo tipo.
    Che poi questi personaggi “in attesa di passare in Francia” non dovessero essere nemmeno in Italia, e che questa onlus non dovrebbe fare queste cose (ammesso e non concesso che sia legale che esista), è fatto scontato.

  • flaviodotti@gmail.com 2 aprile 2018

    Il nostro stato di sottomissione creerà altri episodi simili..questo è l risultato di essere stati governati da una sinistra assassina, ora serve essere incisivi senza remore verso questa Europa(?) che ci HS declassato volutamente accordandosi con i governi precedenti……un consiglio a Salvini se ti alleò con i 5* il tuo lavoro andrà in fumo….ora devi fate ciò che hai promesso e se servirà usciremo dell’Europa riptendendoci la nostra sovranità

  • giacomosinagra@gmail.com 2 aprile 2018

    Finché ci saranno governanti buonisti, accomodanti e abbracci e baci, sarà sempre peggio a vogliamo o non vogliamo credere che in Europa non abbiamo il dovuto rispetto?

  • gallo.sabino@libero.it 1 aprile 2018

    Senza esprimere alcun giudizio e neppure opinioni sull’episodio di Bardonecchia, mi limito a far notare che il problema migranti clandestini riguarda anche la Francia ! Ed anche in Francia questo problema crea una certa esasperazione . Ed è molto difficile gestirlo ! Tutti conoscono la situazione di Ventimiglia , dove sono tanti i migranti che cercano “in tutti i modi” di entrare in Francia! “In tutti i modi” !

  • alessandro.ve@gmail.com 1 aprile 2018

    L’Italia avrebbe dovuto sospendere immediatamente tutti i trattati in essere con la Francia, di qualsivoglia natura. Questo in attesa di spiegazioni e di scuse da parte del governo francese. Invece la loro arroganza ha fatto loro sostenere unilateralmente l’applicazione di norme in essere?

  • brunogregolin@yahoo.it 1 aprile 2018

    La sinistra italiana non mai considerata la sovranità nazionale come un valore fondante e irrinunciabile. Per questo motivo, di volta in volta giudica gli avvenimenti di carattere locale e nazionale non alla luce di un principio generale ma in funzione di una qualche utilità immediata, o prossima a venire. Forse con 10 anni di opposizione seria e meditativa queste brave persone potrebbero imparare tutte quelle cose che non sono riusciti a comprendere quando erano avvolti nei fumi inebrianti del potere.

  • marimanzo@gmx.net 1 aprile 2018

    Ma che si e’ messa intesta l’UE ? Pensano davvero che l’Italia sia la
    pattumiera dell’Europa? Sta’ ai nostri politici farci rispettare.
    Salvini, Meloni e tutti gli altri…fate qualcosa.

  • mautau@tiscali.it 1 aprile 2018

    Come sempre,paghiamo la debolezza di una naziaone a sovranità limitata. E questo dal 1945.

  • carfor41@yahoo.it 1 aprile 2018

    I soliti francesi prepotenti e supponenti che credono di poter spadroneggiare come e dove vogliono. E’ ore di finirla dopo i danni fatti da quel mascalzone di Sarcozi che dopo aver preso i soldi di Gheddafi gli ha mosso guerra coinvolgendoci, nonostante i tentativi di opposizioni del nostro premier Berlusconi ma con il supporto dell’immarcescibile Napolitano, in una guerra maledetta e disastrosa che ci ha riempito di migranti e terroristi. Se avessimo un governo con le palle (Salvini aiutaci) avremmo già rimandato a Parigi il loro ambasciatore. Buona Pasqua!

  • benpiero@alice.it 1 aprile 2018

    Questo avviene perché la Francia ci considera un paese di straccioni pieni di debiti, da colonizzare e dominare, alla stregua dell’Algeria e del Marocco, che erano sue colonie. Occorre una reazione immediata: Mattarella dovrebbe assumere il ruolo di capo del governo ad interim con due vice con le palle Salvini e Di Maio che si diano da fare subito per risollevare l’immagine dell’Italia all’estero (Salvini) e per creare lavoro al sud (Di Maio) tramite una banca pubblica da creare con sottoscrizione di azioni con contributi di solidarietà versati dai benestanti italiani (che sono tanti) che finanzi i settori strategici urgenti (porti, energia, infrastrutture di riciclaggio, ecc.).

  • Giuseppe Forconi 1 aprile 2018

    Ok dopo l’intervento della farnesina, se di intervento si puo’ chiamare, mandate Renzi a risolvere il problema diplomatico. Lui lo ha creato e lui lo risolve altrimenti cosa ci fa al senato ???? si gratta ?? Non lasciate che la Francia o altro Paese la faccia da padrone in casa altrui. La farnesina che si muova insieme a renzi , vedrete come se la faranno sotto i francesi….. ah ah ah ah !!!

  • cardi.f@web.de 1 aprile 2018

    Ma scusate, il necrofilo Macron si è fregato i cantieri navali acquistati da un’impresa italiana e FdI, a parte proteste verbali di rito, non ha fatto nulla; Macron si è fatto regalare dal governicchio del “fotokopia” 340 km quadrati di mare e FdI, a parte proteste verbali di rito, non ha fatto nulla; ora Macron si sente in diritto di agire sul territorio italiano come se fosse casa sua e voi che volete, ormai è usucapione. Pronipotini (degenere) del duce, invece di chiacchierare da Roma, armatevi e partite per il confine franco-italiano, altrimenti smettetela di fare scena! Buona Pasqua, avanguardisti da retrovia.

  • andrea.jagher@yahoo.it 1 aprile 2018

    Il problema è che invece lo siamo e lo dimostra la quasi inesistente (non fosse per le solite PAROLE sdegnate di circostanza) reazione pubblica nei fatti.

  • francesco@mangascia.it 1 aprile 2018

    A Bardonecchia, in Italia, dopo l’aggressione alla nostra Sovranità territoriale è chiaro che, l’Italia, non ha più una frontiera, poiché se dei poliziotti di altre nazioni la invadono armati,senza permesso, e fregandosene di regole internazionali, e oltretutto se ne vanno pure senza essere arrestati, la frontiera non esiste più; esiste solo per l’Italia. Quei Cinque agenti delle dogane francesi che hanno fatto irruzione armati nella sala della stazione di Bardonecchia, al confine tra Italia e Francia e, hanno costretto un migrante, sospettato di essere uno spacciatore, a sottoporsi al test delle urine, in Italia, andavano arrestati e processati per direttissima, e le armi confiscate. comunque adesso possono essere sottoposti a ordine di cattura nel nostro territorio, almeno questi non possono più venire in Italia… E a loro conto vanno messi pure i test sull’urine, mica paghiamo le tasse pure per i francesi adesso! Se ciò non accade, allora è inutile che si protesta. Sono solo convenevoli di circostanza, ma quali proteste se tornano qui, quei cinque, arrestateli! li Resta comunque incredibile che nessuno abbia messo loro le manette.
    Francesco Mangascià

  • marcellobonacchi@tin.it 1 aprile 2018

    Che Governo strano !
    Lascia che la Francia venga a fare shopping delle industrie italiane e si agita se quattro gendarmi violano il suolo di una presunta organizzazione affaristico-umanitaria.

  • eleonora4198@virgilio.it 1 aprile 2018

    è una vita che ci chiedono il controllo sui migranti , ci dicono sempre che importiamo terroriristi , e noi che si fa ? ce ne freghiamo . hanno fatto bene i francesi , a parte che ci sono dei patti internazionali che lo permettono , ma siccome siamo degliimbelli e loro ci tengono alla loro terra , ben vengano i francesi e anche i tedeschi . altro ch e frignare per aver invaso iol territorio . ma dove sono i confini italiani ? ci prendono per idioti e hanno ragione . la stampam si lagna per aver superato i cofini , ma pensa e i migranti con le ong che fanno ? rispettano i nostri confini ? ma piantatela – luciana periti

  • gioacchino.maghernino2@gmail.com 1 aprile 2018

    gioa’ abbiamo dato un tratto di mare vicino alla sardegna.i nostri pescatori sono stati cacciati.mi vergogno dei nostri governanti,l’europa ci tratta come pezzi da piede.vediam,o cosa fa il governo

  • carla.rotili@yahoo.it 1 aprile 2018

    E’ un fatto grave…non ci rispettano! Facciamoci valere!

  • gabrielepellegrini654@gmail.com 1 aprile 2018

    …ho il sospetto che sia un regalo (o dispetto) del responsabile del governo dimissionario questa licenza a sconfinare! Ho fiducia nei FdI.

  • benpiero@alice.it 1 aprile 2018

    Ma Diliberto non ha ancora capito che senza capitale (e ce ne vuole tanto per ogni nuovo posto di lavoro) il lavoro non esiste più? Mi pare che lo abbiano capito anche i cinesi, e quindi non capisco cosa possa insegnare in Cina.

  • giulioarditi@libero.it 1 aprile 2018

    Lega, FdI, vi abbiamo votato affinché bloccaste e rimandaste a casa i migranti, non i doganieri francesi! Parlate di rifondare l’Europa: bene, cercate alleanze, invece di polemizzare furiosamente proprio con chi cerca di difendere i propri confini!

  • s.laterza1@alice.italtri 1 aprile 2018

    Siamo ancora in mano a Gentiloni Minniti e Alfano,cosa sperare da chi vuol cedere il mare di Liguria? Butttate li fuori.

  • gdetoffoli@yahoo.it 1 aprile 2018

    Haimè facile profeta! Alcune componenti dell’articolata narrazione dell’accaduto creavano dubbi su molti atteggiamenti di ‘figure diverse’ Un’occhiata ad alcuni tratti.
    1 si richiama il rispetto della dignità di una nazione (questa affermazione è grave di per se per l’implicita necessità di ricordarlo, per l’evidenza che non ci sia ) si deprime ulteriormente, quando uno scolaretto qualunque si rivolge alla maestra -Europa- per farsi aiutare a far che ? I negri li andiamo prendere NOI in mare con le navi di stato : leggasi marina militare!
    2 non si invoca l’aiuto a Macron che ti ha già sputato addosso!
    3 si apre bocca dopo avere capito quali sono i risvolti del proprio discorso, specie se d’un politico !
    4 come sappiamo l’Italia non è dotata di telefono e non può chiamare Macron!
    5 lo può fare Gentiloni (hahahah) o Mattarella (hahahah) solo per vie confidenziali e se ne guarderebbero!
    6 si parla di ‘arcobaleno x l’africa’ ? I francesi che sono pragmatici oltre che sciovinisti e stro-zi, non possono vedere un centro che aiuta e sostiene l’invasione dei negri a casa loro davanti all’uscio dei loro confini in modo diverso da ostile ed aggressivo agli interesse francesi. Pagato, mantenuto lì dall’italiota maniera di gestire l’invasione dall’africa il cui arcobaleno li ospita lì .
    7 i fiancheggiatori degli invasori neri dicono : “comportamento irrispettoso dei diritti umani nei confronti di un ospite nigeriano” ! Questi sconvolti celebrali NON si incazz–o dell’irruzione di agenti stranieri, no! (se fossero stati italiani li buttavano fuori a calci) si lamentano di una mancanza di rispetto al nigeriano?
    8 se accanto al centro ci fossa stato un presidio di polizia avrebbero pensato loro a dirimere la faccenda con i colleghi francesi ed avremmo evitato questa sberla!! Già mica si può? Genitori non disturberebbe mai i trafficanti di negri, mica si può, aspetta il pagamento del voto di scambio.
    Tamponare le cose? Riaprire le caserme di confine ovest, nord-ovest, ripristinare le linee di guardia e mandarci ben pagati gli alpini, che sanno fare il loro lavoro molto bene! W 33

  • turamarco@yahoo.it 1 aprile 2018

    Inaudito ! Una ulteriore prova che in Europa siamo considerati niente !.

  • maurizio_turoli@yahoo.it 1 aprile 2018

    E’ la dimostrazione di quanto valga la nostra Patria nel consesso internazionale.
    Siamo sempere stato succubi fin dal “Trattato di Roma”, poi per screditare Berlusconi non si è esitato a scridare l’Italia intersa.
    Abbiamo avuto, salvo il periodo di governo del centro – destra,politici asserviti ad altre Nazioni.
    Purtroppo continueremo a subire pasivamente perchè i poteri forti (da leggere Famiglia Agnelli, Soros, Rothschild, De Benedetti, Rockefeller e, forse, anche Cairo) fanni soldi a palate sulle rovine di un’italietta (miniscolo voluto) senza personalità interna e dal bassissimo profilo intrnazionale

  • romanogamba@libero.it 1 aprile 2018

    Questo episodio sta a significare che possiamo essere sottomessi anche dai nostri vicini francesi che si permettono di fare i loro comodi .!!!

  • avv.ballicu@katamail.com 31 marzo 2018

    i francesi hanno fatto quello che l’italia dovrebbe fare in libia e in tutti quei paesi canaglia che aiutano i clandestini e li preparano per invadere e colonizzare l’italia affinchè si trasformi in un paese multirazziale a maggoiranza musulmana colonia usa, vassallo della ue con le imprese in mano alle multinazionali straniere

  • gdetoffoli@yahoo.it 31 marzo 2018

    Hanno ragione i Francesi?, oppure erano a caccia ! Devo precisare perché questa ”curiosità” !
    Gendarmi armati su suolo italiano possono entrare armati solo se esiste un’accordo in tal senso, altrimenti non potrebbe accadere, si sono telefonate prima gendarmeria-prefettura? !
    Avete chiesto a gentiloni se ha un accordo in tal senso? Ad oggi gentiloni è in servizio permanente effettivo; caccia diplomatici russi, dopo aver accordato il nostro c..lo ai francesi, cancella il navale militare a fincantieri; come facciamo a non sapere niente al riguardo dal momento che il presidente del consiglio in carica IL PD GENTILONI EX DC su disposizione del siciliano PD Mattarella ex DC esattamente come GENTILONI- nulla dicono e da DC:PD Mattarella (ovviamente) nulla trapela ?-
    Il centro, operativo (non un’ospedale) alle 21 di sera…. con svariati individui di una associazione (estera?accreditata?Macchiata di violazioni private e/pubblica?) Siamo sicuri che detta associazione sia italiana e non gestita sotto mentite spoglie da francofoni, hanno dialogato con i gendarmi? In francese? Ie pantere delle ong hanno avuto paura ?
    Talmente tanta da non chiamare la polizia Italiana?
    Oppure sono i soliti centri sociali mimetizzati che campano di negri con i soldi italiani per finanziarsi?
    PERCHE’ evocano zona franca anche in guerra ? Dove è abituata a trafficare questa ONG ?
    Prima di alzare ‘il pelo’ ed evitare di balbettare poi, approfondire ma, approfondire davvero bene e trovate la filiera dalla ‘stazione’ di partenza a quella d’arrivo!
    Il negro inseguito è segnalato dall’Interpol come spacciatore internazionale?, nel qual caso… ?
    TUTTO sbagliato tutto incomprensibile, cosa c’è di sottostante! Ragiono con un cervello datato ma ancora buono e se non capisco io penso che possa accadere anche ad altri !