Italiani all’estero, il centrodestra fa la parte del leone nell’America del Nord

martedì 6 marzo 16:06 - DI Milena De Sanctis

Il Pd dopo la batosta in Italia cerca di consolarsi con il voto degli italiani all’estero. Come riporta Termometro Politico, in testa alle preferenze degli elettori residenti  fuori dall’Italia c’è il Pd. Su 4 milioni e 200mila preferenze espresse ne ha prese quasi 280mila e 500 cioè il 26,46%.  Ma c’è poco da stare contenti, nelle ultime elezioni aveva raggiunto il 29,3 (più di 288mila voti). Quindi anche all’estero ha perso consensi. Al secondo posto si colloca la colazione di centrodestra con il 21,52% (con oltre 228mila preferenze). Al terzo ci sono i pentastellati con il 15,50% (quasi 184mila voti), nel 2013 non avevano superato la soglia del 9,7%.

Ecco come hanno votato gli italiani all’estero

In Europa il Pd ottiene il 31,72%. Il centrodestra il 25,16. Il M5S il 24,36. Nella circoscrizione Africa-Asia-Oceania-Antaride, il Pd ha registrato il 31,26%, il M5S il 26,70 e il centrodestra il 25%.  Nella circoscrizione America Settentrionale e Centrale il centrodestra con il 33% ha fatto il pieno. Seguono Partito democratico con il 29% e M5S con il 17. Nella circoscrizione America Meridionale in prima posizione si trova il Maie (27,90%) e un’altra forza politica espressione particolare degli italiani all’estero, l’Usei (18,64). al terzo posto il Pd con il 16,23. Segue il centrodestra con l’11,71 e il M5s con il 4.69.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *