Nigeria, ritrovata un’altra delle ragazze rapite dagli islamici di Boko Haram

L’esercito nigeriano ha annunciato il ritrovamento di una delle 219 liceali di Chibok rapite da Boko Haram nel 2014, le ragazze per le quali anche l’Occidente si mobilitò sui social grazie all’hashtag #bringbackourgirl. L’annuncio arriva mentre il gruppo jiadista nelle ultime settimane ha moltiplicato i suoi attacchi nel nord-est della Nigeria. “Le nostre truppe dispiegate a Pulka (nello stato del Borno, epicentro delle violenze), hanno salvato oggi una delle ragazze di Chibok, rapite dai terroristi di Boko Haram”, ha annunciato il colonnello Onyema Nwachukwu, portavoce dell’esercito nigeriano. “Al momento, le indagini preliminari rivelano che la ragazza, identificata come Salomi Pugo, fa parte della lista delle 86 liceali rapite e non ancora ritrovate”, ha aggiunto in una nota il colonnello. Secondo una fonte della sicurezza, la liceale sarebbe fuggita da un campo di prigionia di Boko Haram situato nella vicina foresta di Sambisa. A quattro anni dal loro rapimento, che aveva sucitato una mobilizazione mondiale, sono state ritrovate o scambiate con altri prigionieri, dopo trattative con il gruppo terroristico, 107 ragazze. È impossibile ad oggi fare un conteggio preciso di quante giovani sono in mano a Boko Haram, poichè si suppone che alcune siano state uccise o siano morte durante la prigionia.