Trump chiama Putin e parla di Corea del Nord: «Telefonata grandiosa»

La telefonata con Vladimir Putin è stata “grandiosa”. Così Donald Trump, parlando con i cronisti, descrive la conversazione avuta ieri con il presidente russo. Putin, ha notato il presidente Usa, “ha detto delle cose molto belle su quanto ho fatto per l’economia di questo Paese e ha poi detto delle cose negative su quanto sta accadendo altrove”. “Ma la questione principale era parlare della Corea del Nord, perché ci piacerebbe avere il suo aiuto sulla Corea del Nord”, ha proseguito Trump. “La Cina sta aiutando, la Russia no – ha aggiunto – Vorremmo avere l’aiuto della Russia, è molto importante”. Trump, si leggerà poi in una nota diffusa dalla Casa Bianca, ha ringraziato Putin per aver riconosciuto la notevole performance economica degli Stati Uniti durante la consueta conferenza stampa annuale tenuta ieri dal leader del Cremlino. “I due presidenti – si legge ancora nella dichiarazione – hanno anche discusso di come affrontare assieme la situazione molto pericolosa della Corea del nord”. Per suo conto, anche l’agenzia ufficiale russa TASS ha riferito che il tema della Corea del Nord è stato uno tra gli argomenti affrontati dai due leader ed ha inoltre precisato che il colloquio è avvenuto su iniziativa del presidente degli Stati Uniti.