Chi sono i politici che cresceranno nel 2018? Nella lista di Politico c’è anche Laura Boldrini

Chi sono i politici che vanno attenzionati nel 2018 in Europa? Secondo il sito americano Politico.com si tratta di 28 personaggi influenti e per l’Italia la prescelta  è Laura Boldrini. Ogni Paese è infatti rappresentato con un solo esponente (politici, imprenditori, artisti) destinato, secondo il sito, a modellare l’anno che verrà. Un’opzione che fa capire come Boldrini sia di certo più apprezzata mediaticamente all’estero che in Italia, dove può contare su una foltissima schiera di detrattori. E magari la promozione di Politico.com servirà alla presidente della Camera per accreditarsi come leader della sinistra antirenziana se Pietro Grasso dovesse fallire.

Da questi 28 personaggi – la Boldrini è quinta – ci si attende una certa influenza sulle scelte e la direzione dell’Unione europea. La presidente della Camera è stata premiata per la sua crociata contro gli insulti sessisti sul web.

In testa alla classifica c’è Christian Lindner, che l’agenzia Agi definisce “il “pugnace” leader liberale, alla guida di un partito che ha conquistato un elettorato conservatore e cauto sull’Euro: quando ha staccato la spina ai colloqui con Angela Merkel per fare un governo di coalizione, Lindner ha gettato il Paese nel caos; ed è probabile che proprio il liberale sarà un ‘freno’ al motore franco-tedesco che vuole imprimere una nuova direzione all’Europa”.
Al secondo posto, l’uomo che Londra ha incaricato di gestire il ‘divorzio’ da Bruxelles, il ministro britannico Michael Gove e al terzo il ministro del governo Macron, Muriel Penicaud.
Lindner si trova ora al primo posto dopo che per due anni alla testa della lista ci sono stati personaggi come il premier ungherese Viktor Orban (nel 2016) o il sindaco di Londra, Sadiq Khan, il primo musulmano a guidare una capitale europea (nel 2017). Segno, secondo Politico.com, che il populismo come reazione ai flussi migratori non è più il tema principale dell’agenda politica europea.