Pacco sospetto in Germania, la polizia: il mercatino di Natale non era l’obiettivo

La polizia tedesca sorprende tutti e, a nemmeno 24 ore dalla paura diffusasi rapidamente dopo il ritrovamento di una strano involucro che aveva tutta l’aspetto – rudimentale e decisamente artigianale – della minaccia esplosiva, smentendo quanto si era in un primo tempo ipotizzato, fa sapere: «Difficilmente il pacco sospetto aveva come obiettivo il mercatino di Natale di Potsdam».

Potsdam, rientra l’allarme, riapre il mercatino di Natale

E allora, rientrato l’allarme, e ridimensionati paura e sospetti, tra misure di sicurezza rafforzate e presidi dislocati, ha riaperto questa mattina il mercatino di Natale di Potsdam, nell’est della Germania, dopo il ritrovamento di un pacco sospetto contenente chiodi ed una polvere non identificata, ma nessun innesco. Un portavoce della polizia ha riferito che altri agenti sono stati dispiegati in tutto il land del Brandeburgo, ma «in particolare a Potsdam», dove ieri il mercatino era stato evacuato in seguito alla consegna del pacco sospetto ad una vicina farmacia. Continuano intanto le ricerche della persona responsabile della misteriosa spedizione del pacco intimidatorio, che conteneva  – come ha riferito il ministro degli Interni del Brandeburgo, Karl-Heinz Schroeter said Friday – un centinaio di chiodi, un petardo, batterie e un oggetto cilindrico di metallo. Se non una minaccia concreta, un avvertimento deciso…