Molestie presunte e gogna reale: La Warner cancella il nome di Brizzi dal trailer

La Warner Bros cancella dal trailer del film di Fausto BrizziPoveri ma ricchissimi‘ il nome del regista, coinvolto nello scandalo di presunte molestie ad attrici e aspiranti tali.  Il nome è stato censurato pur se in coda al promo appare il cast completo, compresi gli interventi tecnici.

Il nome di Brizzi non c’è neppure tra gli sceneggiatori, mentre compaiono quelli dei co-sceneggiatori Fabio Guaglione, Marco Martani, Fabio Resinaro e Luca Vecchi. La Warner aveva confermato l’uscita del film il 14 dicembre, precisando però che il nome di Brizzi non sarebbe stato “associato ad alcuna attività relativa alla promozione e distribuzione del film”.

L’ex Miss Italia Clarissa Marchese, tra le principali accusatrici del regista, precisa in una nota la sua posizione: “Apprendo con profonda amarezza – afferma Clarissa Marchese – di come alcune testate giornalistiche abbiano distorto e strumentalizzato la mia testimonianza relativa al caso Brizzi e sostengano che io abbia ritrattato la mia versione. E’ una colossale fake news! Il mio invito, che rivolgo a tutti coloro che si occupano d’ informazione, è quello di rivedere le mie testimonianze a partire dal mio racconto al programma televisivo Le Iene, proseguendo poi nel corso delle altre trasmissioni fino ad arrivare all’ultima intervista rilasciata. La mia versione è sempre la stessa, in quanto pura e semplice verità, raccontata con gli stessi identici dettagli”.

Clarissa Marchese aveva specificato di non avere denunciato le presunte molestie subìte, risalenti a tre anni fa, perché Brizzi non l’aveva toccata né l’aveva forzata a fare qualcosa contro la sua volontà. Il regista l’aveva solo invitata a spogliarsi durante un provino. Invito cui la ragazza aveva opposto un netto rifiuto.