L’esercito iracheno trova e distrugge un campo dell’Isis nell’ovest

mercoledì 29 novembre 17:00 - di Redazione

L’esercito iracheno ha distrutto un campo appartenente al sedicente Stato islamico (Isis) vicino alla città di Rutbah, nella provincia di Anbar, nell’ovest dell’Iraq. Lo ha riferito un comandante militare, il generale di brigata Mahmoud al-Falahi, all’emittente al-Dijlah. “La prima brigata dell’esercito ha distrutto un campo dell’Isis in un’area desertica vicino Rutbah, nell’Anbar”, ha dichiarato il generale. Nel campo sono state smantellate diverse autobomba e un sito per la produzione di esplosivi. Intanto il ministero degli Esteri turco ha condannato l’attacco suicida sferrato lunedì sera a Baghdad, costato la vita ad almeno 17 persone mentre una trentina sono rimaste ferite, esprimendo condoglianze al ”popolo fratello dell’Iraq”. ”Abbiamo appreso con dolore che 17 persone sono state uccise e almeno 30 ferite in un attacco terroristico sferrato nel distretto di Nahravan a Baghdad”, ha detto il ministero in un comunicato. ”Allah conceda la grazia ha chi ha perso la vita e una pronta guarigione ai feriti”, ha aggiunto. ”Noi condanniamo con forza questo attacco odioso. Simili attacchi, sferrati in un momento in cui l’Iraq sta compiendo sforzi significativi nella sua lotta contro il terrorismo, non mineranno l’obiettivo di raggiungere la pace sociale in Iraq”, ha proseguito il ministero degli Esteri turco. Ankara ha quindi affermato la sua intenzione di continuare a ”sostenere l’Iraq nella lotta che il Paese sta conducendo contro il terrorismo”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *