La Russa: “Gallitelli è meglio di Tajani. Ma i candidati premier si concordano”

«Gallitelli? L’ho proposto io come capo dei Carabinieri quando ero Ministro della Difesa, ed è stata approvata all’unanimità dall’allora consiglio dei Ministri, primo tra tutti Berlusconi». A dirlo è Ignazio La Russa, esponente di Fratelli d’Italia, che oggi è stato ospite del programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Che tipo è il generale? «È una persona molto, molto competente, personalmente credo di essere stato il primo a prospettargli la possibilità di un impegno in politica, a Roma, quando si parlava di Mafia Capitale. Allora la Meloni non aveva ancora deciso se candidarsi oppure no». E cosa le rispose Gallitelli? «Non era interessato».

La Russa: “Aspetto di sentire una parola del generale”

Per quanto riguarda la candidatura come premier, «Berlusconi finora aveva parlato di Antonio Tajani come candidato di Fi. Ma tra lui e Gallitelli – ha proseguito l’ex ministro – mille volte meglio il generale». A voi di Fratelli d’Italia piace Gallitelli? «Io parlo per me. Se Berlusconi davvero avesse avuto idea di proporre Gallitelli premier, lui saprebbe che a fare un nome senza averlo prima concordato con gli alleati, gli rendi la strada più difficile, non più facile. Al momento i candidati sono Salvini, Meloni e Berlusconi, che spero possa avere la possibilità di candidarsi come è giusto che sia. Io starei in attesa di una parola del generale…». L’ha sentito in questi giorni? «Ho provato a chiamarlo – ha concluso La Russa – ma aveva il telefono staccato e non ho insistito…».