Il prof aveva sul cellulare le foto intime dell’alunna. Il giudice non lo “punisce”

Un professore di cinquant’anni  è stato denunciato dai genitori di una sua alunna 16enne, dopo la scoperta di un intenso scambio di messaggi accompagnati da foto intime della minorenne. La vicenda ha scosso l’intera città di Treviso e il mondo della scuola. Ma il gip ha respinto la richiesta della procura di sospendere l’uomo dall’insegnamento. Il docente è indagato per atti sessuali con minorenne, dopo la perquisizione domiciliare che ha portato al sequestro del suo cellulare. Il professore, che insegna italiano e latino si era già messo in aspettativa per potersi difendere in giudizio.

Professore sott’accusa per messaggi: le indagini 

Lo scambio di messaggi ha preso il via lo scorso agosto. Come riporta la Tribuna di Treviso, quando la madre si è accorta che la sedicenne poteva aver anche mandato delle foto intime al professore, ha rotto gli indugi e si è rivolta alla polizia. Gli inquirenti, che stanno passando al setaccio i messaggi e le fotografie del telefono della ragazza e dell’insegnante, si concentrano per capire chi abbia preso l’iniziativa. Se si appurasse che non ci sono state pressioni o richieste esplicite da parte del docente, ovvero che la ragazza ha fatto tutto di sua iniziativa, il professore potrebbe essere scagionato da ogni accusa.