Torna l’incubo meningite, 13enne ricoverato in gravissime condizioni a Monza

Uno spettro che aleggia più o meno silenziosamente: è quello del meningococco, che ha infinte variazioni sul tema batterico e virale e che è tornato a colpire pesantemente un ragazzo appena 13enne nella provincia di Milano, che a quanto trapela verserebbe in condizioni gravissime all’ospedale San Gerardo di Monza. Scattati immediatamente gli adempimenti del caso previsti dal protocollo, la paura prende piede via via che passano le ore.

Torna l’incubo meningite, 13enne in gravissime condizioni 

Dunque, torna a riaffacciarsi prepotentemente l’incubo meningite: un ragazzo di 13 anni è ricoverato in gravissime condizioni in un nosocomio di Monza per una sepsi da meningococco C, mentre, come riferito in queste ore dall’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, è già scattata la profilassi per contatti stretti: 3 familiari e gli amici più stretti- Per quanto riguarda poi «i compagni di classe e i docenti del ragazzo, che frequenta la prima superiore dell’Istituto tecnico industriale Alessandrini di Abbiategrasso, sono già stati informati dall’Ats Milano e saranno sottoposti a profilassi antibiotica nel presidio Ats di Abbiategrasso, a pochi metri dalla scuola. Nel frattempo, in mattinata si è svolto anche un incontro informativo con la direzione scolastica e i genitori della scuola.

Profilassi avviata per familiari, amici e compagni di classe

Il 13enne – ha spiegato l’assessore Gallera – residente a Robecco sul Naviglio (Milano), era stato ricoverato ieri, mercoledì 27 settembre, nella Rianimazione dell’ospedale di Magenta «in condizioni critiche», e per lui «è stata confermata una sepsi da meningococco di tipo C. In seguito all’aggravarsi delle condizioni, nel pomeriggio di ieri è stato predisposto il trasferimento al San Gerardo di Monza dove è ancora ricoverato in gravissime condizioni. «Come già avvenuto negli altri casi che si sono verificati all’interno di istituti scolastici, – ha concluso Gallera – offriremo la vaccinazione a tappeto per tutti gli studenti dell’istituto coinvolto. Nei prossimi giorni verrà comunicato il programma agevolato che l’Ats di Milano sta organizzando con l’Asst Ovest Milanese».