Nuovo allerta della Protezione civile, venti e temporali: Campania a rischio

Il sistema perturbato che ha raggiunto il nostro Paese, in particolare le regioni centrali tirreniche, nel corso della serata e della successiva nottata, estenderà i suoi effetti anche sulle regioni centrali adriatiche e sulla Campania, con un contestuale aumento della ventilazione su gran parte del centro e sull’Emilia-Romagna. Lo comunica la Protezione civile. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che integra ed estende quello diramato nella giornata di ieri. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche.  L’avviso, nel dettaglio, prevede dalla serata, precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Campania centro-settentrionale e sulle zone interne occidentali di Abruzzo e Molise. Tali fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Attesi, inoltre, sempre dalla serata, venti forti con rinforzi fino a burrasca sull’Emilia-Romagna, specie sulle zone appenniniche. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani un’allerta arancione per rischio idraulico sull’intera Umbria e per rischio idrogeologico sui settori centro-settentrionali del Lazio e su gran parte delle Marche. È stata valutata un’allerta gialla invece per i settori meridionali del Lazio, sull’area adriatica meridionale delle Marche, sull’Abruzzo, sui settori settentrionali della Campania e su gran parte del Molise.