«Andate a scavare nell’orto»: trovato il corpo decapitato della promoter scomparsa

Giallo di Varese, la svolta è arrivata già due giorni fa, con la notizia dell’arresto del conoscente 65enne di Garbagnate Milanese, sospettato di essere l’autore dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere della promoter scomparsa il 30 luglio scorso. Oggi, poi, il tragico ritrovamento dei resti di Marilena Rosa Re,conferma le ipotesi investigativa e chiude nel peggiore dei modi il cerchio introno al mistero.

Giallo di Varese, trovato il corpo della promoter scomparsa

Il cadavere decapitato della donna di Castellanza sparita nel nulla la mattina del 30 luglio, è stato rinvenuto sepolto nell’orto di Vito Clericó, il 65enne di Garbagnate Milanese (Milano) fermato due giorni fa con la duplice accusa di omicidio e occultamento del cadavere. Fermato, l’uomo sotto torchio ha fatto capire di saper indicare agli investigatori il luogo dove il corpo della donna scomparsa un mese e mezzo fa poteva essere trovato. E così è stato: il sospettato ha indicato agli inquirenti il punto esatto in cui scavare. Così oggi, all’orrore dell’assassinio, si aggiunge anche lo choc per le modalità omicidiarie. Ancora mistero sul movente…